“Scongiurato il depotenziamento del Galilei: ora investire sui collegamenti veloci Pisa Firenze”

PISA – “Siamo sempre stati contrari all’ampliamento di Peretola e la sentenza è un sollievo non solo per Pisa ma per tutta la Toscana”. Federica Grassini, presidente di Confcommercio Provincia di Pisa esprime soddisfazione per la sentenza del Consiglio di Stato che boccia il progetto della nuova pista di Peretola.

“A parte il rammarico per tutto il tempo perso, la sentenza è inequivocabile, e non lascia spazio a dubbi o incertezze. Messi a tacere certi deliri di onnipotenza, lo sviluppo aeroportuale toscano può ripartire, auspicando che sia caduto il clamoroso abbaglio che ha colpito i sostenitori a tutti i costi dell’ampliamento impossibile della pista fiorentina”.

“Sventata la manovra che voleva mettere fuori gioco Pisa e con lei il resto della Toscana costiera, scongiurato il rischio di un inaccettabile depotenziamento del Galilei” – aggiunge Grassini – “occorre adesso reinvestire la montagna di soldi che saranno risparmiati per sostenere con i fatti Pisa aeroporto Internazionale e porta di accesso della Toscana. La sfida e l’opportunità si gioca adesso sui collegamenti veloci tra Firenze e Pisa in una ottica di autentica concorrenza con l’aeroporto di Bologna. E’ la Regione in primis che deve fare il proprio dovere, investendo tutto il possibile per accorciare al massimo i tempi di percorrenza tra Pisa e Firenze. Una opzione strategica ineludibile, che porterà benefici a l’intera regione e non soltanto all’area fiorentina. Una soluzione che avrebbe il pregio di rendere competitivo ed efficiente il sistema toscano dei trasporti, facendo fruttare al meglio gli investimenti pubblici e quelli privati”.

“La politica regionale ha perso troppo tempo e denaro inseguendo la chimera di trasformare il Vespucci in ciò che, per evidente limiti strutturali, non sarebbe mai potuto diventare. Speriamo che quella stagione sia tramontata per sempre”.

By