“Scoprire Pisa in una favola” di Sandro Cartei presentato alla Festa di Sant’Ubaldo

PISA – E’ stato un primo pomeriggio dedicato ai ragazzi, quello svoltosi sabato 15 maggio 2021 presso l’Anfiteatro del Centro SMS nell’ambito delle celebrazioni inerenti la 42esima edizione della tradizionale Festa di Sant’Ubaldo sul Viale delle Piagge.

di Giovanni Manenti

Il tutto si è aperto con un saggio musicale degli allievi della Scuola Media “Vincenzo Galilei” di Pisa, diretti dal Prof. Michelangelo Boccaccio, cui ha fatto seguito la presentazione del libro per ragazzi “Scoprire Pisa in una favola” scritto da Sandro Cartei, alla quale ha preso parte l’assessore alle politiche socio educative e scolastiche del Comune di Pisa, Sandra Munno.

Con i ragazzi di ambo i sessi delle Classi I, II e III della riferita Scuola Media ad alternarsi al piano dando prova di un’eccellente preparazione per la loro età, accompagnati dai sinceri applausi del numeroso pubblico assiepato sulla gradinata dell’Anfiteatro, particolare attenzione è stata quindi rivolta alla prima fatica da scrittore di Sandro Cartei, che ha svelato: “L‘idea di scrivere questo libro mi sia venuta quasi casualmente, vale a dire osservando il volo (non so bene se si trattasse di una cicogna od un airone) che mi ha fatto riflettere su come sarebbe stato vedere la mia città di Pisa proprio da quella prospettiva, sia dall’alto così come appollaiandosi su alcuni dei luoghi più suggestivi, cercando così di trasmettere l’emozione di scoprire Pisa per la prima volta attraverso gli occhi di questo uccello, che non è il solo animale del libro, essendo presenti anche dei dromedari di San Rossore ed un airone cinerino a rendere omaggio non solo alla città, ma anche ai Monti Pisani. Trattandosi di una favola“, prosegue l’autore, “principalmente rivolta ai ragazzi dai 6/7 ai 12 anni, l’intento principale è ovviamente quello di farli innamorare della loro città, ma anche chi, ormai adulto, che abita a Pisa può cogliere l’occasione, attraverso le pagine del libro, di riscoprire cose che magari vengono date per scontate e di cui non si apprezza il reale valore, con l’ambizione di riuscire a far capire come, pur trattandosi di una città relativamente piccola, il solo uscire di casa per una passeggiata possa consentire di prendere atto di quante e quali  bellezze, da un punto di vista sia storico che culturale, si possano ammirare“.


“Questi riferimenti storici e culturali, conclude Sandro Cartei, sono presenti nel libro, ma con questo non si creda che si tratti di una sorta di guida turistica come pure di un romanzo storico pesante da digerire, poiché gli stessi vi sono inseriti sotto forma di pillole, con piccoli accenni man mano che si procede nello scorrere delle pagine, una scelta dettata dal non voler annoiare, dato il target di lettori a cui è rivolto, così da poter apprendere alcune nozioni storiche in maniera assolutamente semplice, essendovi altresì incluso un risvolto ambientale ed ecologista, dall’incendio sui Monti Pisani al Lago e Padule di Bientina al fine di incuriosire il lettore, in ciò favorito da una decina di splendide illustrazioni eseguite da Elena Liverani, tali da costituire una sorta di Film del racconto“.

Un lavoro, quello di Sandro Cartei, che è stato favorevolmente apprezzato dall’assessore alle politiche socio educative e scolastiche del Comune di Pisa, Sandra Munno: “Si tratta di un libro che vale veramente la pena leggere, in primis perché, ancorché ideato per i ragazzi, ritengo sia valido per tutte le età, leggibile tutto d’un fiato e che, soprattutto, invita a riflettere su temi importanti non solo relativi al territorio ed alle bellezze della nostra città, in quanto affronta, in termini molto sottili e delicati, le problematiche relative all’ambiente ed all’immigrazione indicando, su quest’ultimo versante, quelli che sono gli elementi da tenere ben presenti, vale a dire l’essere accolti e, di contro, accogliere la città in cui inizi a vivere con amore e rispettando le relative regole al fine di addivenire alla migliore integrazione possibile, il che mi permette di promuovere a pieni voti l’autore Sandro Cartei, in attesa di leggere il suo prossimo libro“.


“Per ciò che concerne la possibilità di divulgare il libro nelle Scuole“, conclude Sandra Munno, “non c’è al momento alcuna intesa in tal senso, anche perché ritengo la cosa ad oggi prematura, ma devo ammettere che lo stesso ha un alto valore pedagogico, oltre che didattico, avendo riferimento alle ricordate tematiche in esso inserite, e pertanto sarà mia cura presentarlo ai vari dirigenti scolastici, affinché possano loro stessi promuoverlo all’interno dei rispettivi presidi scolastici, oltre a proporlo come lettura nel corso dei mesi estivi“.

By