Scuola di Fornacette, completato il primo piano

FORNACETTE – Il piano terra della nuova scuola di Fornacette è praticamente completato. Lo ha potuto appurare di persona la giunta comunale, in visita al cantiere nella mattinata di Giovedì 4 Giugno.

image

Completamente diverso lo “scenario” che il sindaco Lucia Ciampi e gli assessori si sono trovati di fronte rispetto al sopralluogo precedente. Se infatti lo scorso 5 Maggio il Primo Cittadino e il vicesindaco Roberto Gonnelli erano stati immortalati davanti alla prima parete innalzata, questa mattina, la foto di gruppo ha avuto una scenografia ben più ricca. Ad oggi, infatti, tutte le pareti del pian terreno sono state posizionate, il tutto seguendo sistemi di costruzione innovativi e sostenibili per l’ambiente. Quello che sarà l’aspetto finale del piano terra dell’edificio già si intravede: l’ingresso, le aule, i laboratori, l’agorà centrale, lo spazio dedicato alla refezione e molto altro ancora.

Durante il percorso all’interno del cantiere, sindaco e giunta, muniti di caschetto, sono stati accompagnati dal coordinatore della direzione dei lavori, l’architetto Alessandro Caponi, coadiuvato da un nutrito team di collaboratori. “Uno degli aspetti più innovativi, in grado di garantire l’alta qualità della struttura – afferma Caponi -, è quello che vede un perfetto connubio tra calcestruzzo e legno della fondazione. Questo “equilibrio” consente di assicurare eco sostenibilità, isolamento termico e massima durabilità dei materiali delle strutture di elevazione. La tecnica che abbiamo scelto consiste nel porre ai piedi dei pannelli lignei una solida e massiccia base di cemento, capace di isolare al meglio il legno stesso. Ciò permette di tenere sotto controllo l’umidità, limitandola al minimo, di isolare la struttura la meglio e di aumentare la “vita” dei materiali impiegati”.

“Per garantire un isolamento ancora migliore – continua Caponi – abbiamo impermeabilizzato la struttura, ponendo una particolare attenzione dedicata agli aspetti dell’areazione e alla possibilità di rapido deflusso di acqua in caso di eventuali intense piogge”.

Questi e altri accorgimenti legati soprattutto all’aspetto dell’impiantistica, permetteranno alla scuola di mettersi in lizza per ottenere la nuova certificazione “Casa Clima School”, un protocollo di qualità relativo alla sostenibilità ambientale degli edifici scolastici. Tra gli adeguamenti che saranno approntati per rispondere ai requisiti necessari, vi sono l’illuminazione a led a basso consumo e la regolazione del flusso luminoso. Tutto ciò permetterà di tagliare di circa il 50% il consumo di energia elettrica della futura scuola. Durante la visita, gli amministratori hanno potuto vedere all’opera montatori esperti: ad alternarsi sono infatti due squadre che hanno ricevuto un’adeguata formazione per la costruzione di questo edificio all’avanguardia. Il prossimo step che li vedrà impegnati sarà la realizzazione del solaio. Sarà dunque il primo piano ad accogliere giunta e sindaco in occasione del prossimo sopralluogo.

By