Seconda categoria. La Popolare Cep ha un nuovo presidente e molti progetti futuri

PISA – Cambio della guardia ai vertici societari della Associazione Sportiva Dilettantistica Nuova Polisportiva Popolare CEP.

L’assemblea dei soci, riunitasi il 18 febbraio, ha infatti eletto Simone Scudeller alla carica di Presidente, mentre Lapo Arrighi sarà il suo vice.

 

Succedono ai loro predecessori Luca Dini e Cristian Sardi ai quali va il ringraziamento di tutti i soci per il ruolo ricoperto.

Simone Scudeller è un appassionato di calcio da sempre e, in precedenza, aveva svolto mansioni di dirigenza e di collaborazione con varie realtà calcistiche cittadine, tra cui un’esperienza anche nell’AcPisa 1909, recentemente ridiventato Pisa SC. Si era avvicinato alla Popolare durante la scorsa stagione sportiva a seguito della decisione della società di passare dai campionati promozionali Uisp a quelli federali FIGC. Presidente operaio nel vero senso del termine, sempre il primo ad andare in cucina quando c’è da preparare i pasti ai ragazzi prima delle trasferte, sempre pronto a dare una mano per tutto ciò di cui c’è bisogno.

Anche Lapo Arrighi è un appassionato di calcio, è al debutto per quanto riguarda l’impegno in prima persona in cariche dirigenziali.

Prosegue intanto con soddisfacenti risultati la stagione della squadra calcistica impegnata nel girone E del campionato toscano di Seconda Categoria, stagione su cui l’assemblea ha colto l’occasione per fare il punto.

Piena soddisfazione per il terzo posto in graduatoria, ma anche rimpianti per un “tesoretto” di punti persi in qualche pareggio di troppo. Nonostante ciò c’è fiducia per il prosieguo della stagione in vista della volata finale, con la corsa ancora aperta non solo ad un piazzamento Play Off, ma anche alla promozione diretta, durissima ma non utopistica.

Lo sguardo non è volto solo al futuro immediato, ma anche a quello di prospettiva. La società Popolare Cep vuol mettere le radici stabili sul territorio. Per fare ciò intanto si avvale della collaborazione con gli amici del Pisa Storms (la squadra cittadina di Football Americano) per quanto riguarda il centro di allenamenti con l’utilizzo dell’impianto sportivo dietro il Palasport.

Per il campo di gara, invece, c’è la necessità di riavvicinarsi a casa, per questo vorremmo interloquire con l’Amministrazione Comunale alla quale sono già state rappresentate le nostre necessità ed aspirazioni. Infine si è cominciato a fare mente locale anche per l’apertura di una scuola calcio e di un settore giovanile. Non siamo così ingenui da pensare che si faccia dall’oggi al domani, e nemmeno da una stagione sportiva all’altra. Non siamo al cantiere, e nemmeno alla fase di progettazione, ma intanto è stata affermata una volontà societaria, ora si tratta di mettersi al lavoro dargli gambe.

A tal proposito lanciamo un doppio appello: da una parte agli imprenditori e ai commercianti del territorio affinché si avvicinino alla nostra realtà, nei modi e nella misura che credono, per il sostegno ai nostri progetti; dall’altra a chiunque volesse invece darci una mano rimboccandosi le mani per impegnarsi in prima persona come dirigente, istruttore, accompagnatore e per qualsiasi altro ruolo indispensabile intorno ad una squadra di calcio.

Un ringraziamento va agli sponsor e coloro che hanno dato anche un semplice contributo economico volontario per questa stagione. Infine, ma non per questo meno importante, un ringraziamento anche al Circolo Arci Unità CEP che ci fa da base logistica per i ritrovi e i pranzi della squadra prima di ogni partita. Abbiamo progetti, idee e tanta passione, il sostegno del territorio e degli amici ci da la forza di andare avanti.

By