Senza dignità e senza onore verso la maglia. Che vergogna Pisa!

PISA – “Tutto à perduto, fuorché l’onore”, scrisse alla madre Luisa di Savoia, Francesco I°, Re di Francia, la sera della disfatta di Pavia (febbraio 1525).

pisa-logo

di Giovanni Manenti

Ecco, il Pisa che è riuscito in quest’ultima giornata a perdere anche quello, al termine di una partita inguardabile disputata sul campo di un sia pur maggiormente motivato Forlì (il quale, per gli amanti delle statistiche, è l’unica squadra del campionato ad aver ottenuto il “double” con i nerazzurri, vincendo sia all’andata che al ritorno), ma che non giustifica il clamoroso 1-5 rimediato e che stabilisce il più pesante rovescio dell’intero torneo (nelle precedenti 10 sconfitte, otto erano arrivate con un goal di scarto e solo due – contro Pistoiese e L’Aquila – per 2-0).

La gara di ieri e’ stata la classica “ciliegina sulla torta” di un anno “horribilis” se si pensa alle previsioni ed alle aspettative della vigilia e che dovrà far riflettere la proprietà sulle scelte da compiere nell’allestimento della rosa per la prossima stagione. Mentre scrivo ricordo le parole scritte dall’amico Aldo Gaggini su “La Nazione” di ieri nell’articolo di presentazione dell’incontro del “Morgagni” “… onorate la maglia …”. Ci sarebbe da mettersi a ridere, se non ci fosse da piangere …

By