Sequestrati in Piazza dei Miracoli 2.500 prodotti con marchio contraffatto

PISA – E’ stata denominata “Falange”, l’operazione che i Carabinieri di Pisa e la Polizia Municipale del Capoluogo stanno conducendo da qualche settimana per contrastare l’abusivismo commerciale nelle vicinanze di Piazza dei Miracoli e nel centro storico.

E’ lotta dichiarata quella dei Carabinieri e della Polizia Municipale per porre un drastico freno al dilagante fenomeno della presenza di abusivi in città che affollano col la loro mercanzia le vie di accesso alla Piazza dei Miracoli e le vie del centro storico. I turisti sono presi letteralmente d’assalto dai venditori non appena scesi dai pullman, una situazione non ulteriormente tollerabile. Da questa recrudescenza del fenomeno l’esigenza di attuare una mirata, metodica e costante strategia di contrasto. Così, il Comandante Provinciale dell’Arma, Col. Andrea Brancadoro e il Comandante della Polizia Municipale, Dr. Massimo Bortoluzzi, in aderenza alle indicazioni del Prefetto di Pisa, Dr. Francesco Tagliente, che in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica ha raccolto le sollecitazioni delle associazioni dei commercianti, hanno dato attuazione ad una serie d’interventi quotidiani, con l’impiego massiccio di Carabinieri ed Agenti che con azioni congiunte hanno, di fatto, scoraggiato la presenza degli abusivi in città.

Solo nella giornata di ieri e nella mattinata odierna, sono stati sequestrati oltre 2500 manufatti, tra borse, borselli,orologi, cinture, scarpe, occhiali da sole e ombrelli contraffatti, che si uniscono agli oltre 2000 sequestrati nei giorni scorsi. Scoperto, anche, nelle vicinanze di Piazza dei Miracoli, un’area di deposito dove i senegalesi avevano accumulato 10 borsoni pieni di oggetti. Un senegalese è stato denunciato per ricettazione e commercio abusivo di oggetti con marchi contraffatti poiché nel corso del controllo, benché titolare di regolare permesso per vendita ambulante di prodotti, tra gli oggetti venduti vi erano anche borse con marchi griffati contraffatti. Per lo stesso è scattata anche la revoca immediata della licenza. I manufatti sequestrati riportano marchi quali Gucci, Prada, Louis Vuitton, Rayban, Rolex, Dolce e Gabbana, Panarai, Lui Jo, Chanel, Adidas, Nike, Breitling, Ferrari, Armani, Swatch, Tagheuer, Iwc, Hohan. Tutti i principali marchi delle migliori case di moda italiane e internazionali trovano spazio sul mercato pisano. In una settimana, gli oggetti sequestrati avrebbero fruttato oltre 25.000,00 Euro. Tutta la merce sequestrata verrà distrutta.

Fonte: Arma dei Carabinieri

20140527-144959.jpg

You may also like

By