Sequestrato un stabilimento balneare a Calambrone

CALAMBRONE – Tre persone denunciate uno stabilimento balneare sequestrato dagli agenti del corpo forestale dello Stato a Calambrone, sul litorale di pisano, per un evidente abuso edilizio costituito da un’ampia gittata di cemento fino al limite della spiaggia e un muro che impediva il libero passaggio sulla battigia che deve invece essere garantito per legge.

Gli agenti hanno individuato, spiega una nota, «una lunga platea in cemento che si protrae fino al limite della spiaggia dove termina con un muro di protezione, che ostacola il libero passaggio sulla battigia e tutti i lavori erano privi delle necessarie autorizzazioni»’.

Lo stabilimento balneare pisano posto sotto sequestro sorge anche in un’area di particolare pregio paesaggistico visto che si trova all’interno dei confini del parco regionale San Rossore Migliarino Massaciuccoli.

Fonte: ANSA

20140509-182059.jpg

By