Sequestro presso l’aeroporto di Pisa di 40mila articoli con famosi marchi contraffatti

PISA – A seguito dell’attività di controllo finalizzata al contrasto alle frodi
extratributarie e di un’attenta analisi dei rischi locali, al fine di contrastare la filiera del falso e i suoi canali di approvvigionamento, i funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM) di Pisa in servizio presso l’Aeroporto “G. Galilei”, in stretta collaborazione con i militari
della Compagnia Guardia di Finanza di Pisa, hanno sequestrato 40mila articoli con marchi contraffatti.

Nell’ambito dell’operazione denominata “Sly Labels”, i controlli eseguiti con l’ausilio di sistemi di scannerizzazione sulle merci in arrivo presso l’Aeroporto di Pisa e provenienti da Paesi a
rischio hanno rilevato specifici “alert” nei confronti di spedizioni giunte dall’estremo oriente e destinate ad un soggetto di origini africane residente a San Miniato. Sono state rinvenute
circa 40mila etichette recanti effigie, simboli e scritte di note griffes della moda (Stone Island, K-way, Moncler e Woolrich), pronte per essere apposte sui vari capi.

Le successive indagini di polizia giudiziaria hanno consentito di identificare il reale destinatario della spedizione e di procedere alla sua denuncia alla Procura della Repubblica
di Pisa per i reati di ricettazione e contraffazione.

L’attività di servizio svolta si inquadra in un più ampio contesto operativo finalizzato alla tutela dei consumatori e degli operatori economici onesti che agiscono lealmente nel rispetto
delle regole, importando e commercializzando merci dalle caratteristiche qualitative
certificate e rispondenti alle normative nazionali e comunitarie.

Loading Facebook Comments ...
By