Serfogli-Conti, alla Stazione Leopolda un confronto molto partecipato e rumoroso

PISA – E’ stato un confronto molto acceso quello tra Andrea Serfogli e Michele Conti candidati a Sindaco di centrosinistra e centrodestra andato in scena mercoledi 20 giugno alla Stazione Leopolda di Pisa davanti a molte persone.

di Giovanni Manenti e Antonio Tognoli

GUARDA IL VIDEO INTEGRALE DELLA SERATA

Il dibattito è stato promosso dal quotidiano “Il Tirreno” assieme alla Confesercenti Toscana Nord e moderato alla prrfezione da Valentina Landucci.

Questi i punti toccati dai due candidati a Sindaco. Vediamoli nel dettaglio.

CRIMINALITÀ QUOTIDIANA.

Andrea Serfogli: “È diventato uno dei temi più rilevanti della città e la prima cosa che farei è salire i gradini della Prefettura per chiedere un maggiore intervento del Governo e delle forze dell’ordine per combattere questi fenomeni di illegalità e di degrado che non possono essere di sola competenza del Comune che può solo aumentare la dotazione di Polizia Municipale ed aumentare la videosorveglianza per una maggiore vivibilità della città e dei cittadini”.

Michele Conti: “Sicuramente il problema della sicurezza è uno dei punti cardine della nostra campagna elettorale e la cosa più importante sarà coordinarci con Questura e Prefettura, iniziando sin dai primi giorni a migliorare il funzionamento e l’atteggiamento della forza di Polizia Municipale”.

SULL’ABUSIVISMO COMMERCIALE E LE SUE NUOVE FRONTIERE

Michele Conti: “Credo che l’abusivismo non è più quello classico, per il quale ci impegnamo a effettuare sequestri a carattere giornaliero, mentre sulle licenze saremo molto più attenti nonché alla proliferazione di minimarket nel centro storico da regolamentare con un atteggiamento più responsabile e serio anche con le associazioni di categoria”.

Andrea Serfogli: “Il mondo si evolve con altre forme di abusivismo per cui la funzione del Comune e dei Vigili Urbani è determinante, anche se noi siamo costretti a confrontarci con quelle che sono le leggi attuali che dobbiamo rispettare, anche se il piano del commercio doveva essere concordato meglio con le Associazioni di categoria”.

SUL PISA MOVER ED I RELATIVI CONTI.

Andrea Serfogli: “Preciso che il People Mover è stato voluto da Toscana Aeroporti e finanziato con intervento europeo ed io avrei fatto uno sforzo maggiore per garantire un servizio migliore per la città ed i cittadini”.

Michele Conti: “L’equivoco nasce dalla diversa natura giuridica tra Comune e Toscana Aeroporti, anche se io ritengo che se ne sarebbe potuto fare a meno ed oramai occorrerebbe tornare indietro con l’ordinanza firmata dal Sindaco Filippeschi e trovarci a concordare un nuovo piano con Toscana Aeroporti”.

SULLA PISTA A PERETOLA.

Michele Conti: “Non condivido questo progetto aeroportuale a Peretola e dobbiamo riappropriarsi del nostro Aeroporto dove noi pisani dobbiamo riprenderci la relativa Governance per potenziare il nostro scalo”.

Andrea Serfogli: “Non ero d’accordo sulla seconda pista a Peretola, ma purtroppo quando una società come Toscana Aeroporti è diventato privata, ritengo che sia difficile contrastare le decisioni, cercando di ottenere in alternativa una terza pista per il Galilei”.

TURISMO E RELATIVO SVILUPPO

Andrea Serfogli: “Pisa ha un patrimonio artistico e culturale enorme, da noi valorizzato negli ultimi anni e gli eventi sono fondamentali e vanno calendarizzati e fare sistema guardando anche alle realtà vicine e mettere in atto un piano strategico per il Turismo che abbracci tutti gli eventi con anche il litorale che dovrà avere un ruolo importante dove dobbiamo migliorare”.

Michele Conti: “Per anni abbiamo assistito solo a tagli di nastri e basta ed oggi ci viene a raccontare che manca una cabina di regia e noi proponiamo una riqualificazione del litorale e creare degli eventi a carattere internazionale per far sì che il Turismo diventi un vettore principale e fondamentale per la nostra città con una visione d’insieme che sinora è mancata”.

GESTIONI SOCIETÀ PARTECIPATE E DELL’ASSOCIAZIONISMO

Michele Conti: “L’associazionismo è un valore importante della città che però va rivisto andando a verificare quelli che sono i contratti in scadenza e le stesse vanno aiutate”.

Andrea Serfogli: “L’associazionismo è un valore di questa città che le da un volto particolarmente importante dal pistone di vista partecipativo e deve essere supportato facendo sinergia tra pubblico, imprese e volontariato”.

SUL COMMERCIO DI VICINATO E DESERTIFICAZIONE DEI CENTRI STORICI.

Andrea Serfogli: “Questo è un tema centrale anche per la sicurezza anche se non è un problema semplice e noi abbiamo ottenuto alcuni finanziamenti regionali in materia ed in relazione al suolo pubblico stiamo lavorando per variare la quota a seconda della zona se più o meno attrattiva, con sgravi a favore dei commercianti che di fanno carico di opere di riqualificazione”.

Michele Conti: “Credo che si possa fare qualcosa a cominciare dalla riduzione di alcune tariffe specie per quanto riguarda il suolo pubblico che talora è quasi uguale al canone locatizio del fondo, grazie anche all’aiuto delle associazioni di categoria, essendo anche d’accordo con il baratto amministrativo al fine di una riqualificazione del Centro storico”.

SUI BANCARELLAI.

Michele Conti: “Questa storia nasce da lontano, ed io credo che il loro posto naturale sia un accordo con l’azienda ospedaliera per trovare una collocazione che sia duraturo nel tempo”.

Andrea Serfogli: “Anch’io credo che l’unica soluzione possibile è sostenibile sia quello di ricollocamento delle stesse con una soluzione condivisa nel rispetto delle norme, senza fare propaganda e proposte di fantasia”.

SULL’ARENA GARIBALDI.

Andrea Serfogli: “Sin da quando è stato presentato il progetto di ristrutturazione dello Stadio sono stato d’accordo anche perché consente una riqualificazione del rione di Porta a Lucca e pertanto si tratta di un’operazione di valorizzazione di suolo pubblico”.

Michele Conti: “Premesso che c’è da completare la variazione urbanistica, sono anche io d’accordo sul progetto e sulla sulla sua serietà che determinerà una riqualificazione del quartiere di Porta a Lucca per il quale ci impegnamo a portare avanti il progetto”.

SUI QUARTIERI

Michele Conti: ‘Dobbiamo recuperare il centro storico per i residenti attraverso ad una riqualificazione con abitazioni di qualità perché se non vi riportiamo i residenti aumenteranno i problemi di degrado”.

Andrea Serfogli: “Ci sono in corso degli interventi di riqualificazione delle periferie attraverso fatti concreti e proponiamo maggiore centralità anche in merito agli eventi con la collaborazione dei vari CTP che dovranno anch’essi fare la loro parte”.

Michele Conti: “Non sono ostaggio di nessuno e non dipendo certo da Cascina, anche se in caso di nostra vittorie ciò che è stato fatto a Cascina potrebbe essere solo uno spunto per quello che dovremo fare”.

Andrea Serfogli: “Io credo che se continuità significa riuscire ad investire le risorse che come Assessore ho creato penso di poter essere la persona giusta, mentre se qualcuno vuole parlare di cambiamento prendendo ordini da Cascina e Roma non credo che sia un bene per la città, mentre vi garantisco che non avrò alcuna suddistanza dal Pd che peraltro mi ha ostacolato nella mia candidatura a Sindaco”.

PER LE SCELTE DI GIUNTA

Andrea Serfogli: “Io ho fatto un nome del Dr. Nicola Pisano per il nuovo assessorato alla sicurezza e legalità, per il resto non faccio alcun nome, che verranno fuori solo se vinceremo le elezioni”.

Michele Conti: “Io sono superstizioso per natura e non faccio anticipazioni di sorta, garantendo che metteremo le persone giuste al posto giusto”.

BANCARELLE BIS

Michele Conti: “Potremmo valutare la possibilità di tornare in Piazza dei Miracoli”.

Andrea Serfogli: “Rimettere le bancarelle in Piazza è possibile ma non possiamo decidere da soli, perché ciò vorrebbe dire prendere in giro la gente”.

SULLA VISITA DI SALVINI

Andrea Serfogli: “Non ho ricevuto l’invito per la manifestazione di venerdì sera alla cena organizzata da Confcommercio, per la quale la presenza di una figura istituzionale come il Ministro dell’interno la lascio alla libera interpretazione dei cittadini”.

Michele Conti: “Ricordo che oltre a Salvini vi sarà anche Martina e pertanto ritengo che potrà essere una occasione per stemperare i toni di questa sfida elettorale e pertanto non credo che la presenza di Salvini non sia da vedere in chiave così negativa come il mio avversario vuol fare vedere”.

APPELLO FINALE

Andrea Serfogli: “Votare me perché la coalizione che rappresento ha una programmazione di sviluppo, con contrasto alle criticità e sostenibile in favore della nuova realtà che il mondo ci presenta senza tornare indietro e dando risposte concrete per il miglioramento della qualità della vita della città”.

Michele Conti: “Io credo che stavolta ci sia veramente la possibilità di cambiare e credo che i pisani per l’amore che hanno per la loro città possano finalmente avere la disposizione, con il loro voto, di invertire una tendenza che da oramai troppo tempo ha visto la città in mano ad un solo schieramento politico”.

By