Sergio Di Maio Sindaco di San Giuliano sulla vicenda profughi a Metato: “Il nostro Comune ha già fatto la sua parte”

SAN GIULIANO TERME – Interviene sulla vicenda dei profughi del Cottolengo di Arena Metato il Sindaco di San Giuliano Terme Sergio Di Maio.

prefetto_visconti_san_giuliano

“Il comune di San Giuliano Terme ha fatto già ampiamente la sua parte di accoglienza. Infatti in strutture del nostro territorio ospitiamo già circa 50 richiedenti asilo. La nostra comunità ha dimostrato un alto senso civico ed è “rimasta umana” più di altri. Continueremo a fare la nostra parte se ci verrà richiesto nel rispetto dei valori di solidarietà che distinguono il nostro territorio. Riteniamo però ormai necessaria una programmazione più efficace nella distribuzione degli arrivi sul nostro territorio da parte delle prefetture,che non può essere fatta su base solo percentuale. Siamo contrari all’ipotesi del consigliere dei Cinque Stelle Mannini di rendere la struttura del Cottollengo una sorta di mini hub da 50 posti.

Il presidente della Regione Rossi faccia pressione sui molti comuni della Toscana che ancora non hanno accolto i migranti in arrivo – conclude Di Maio con un appello ai Sindaci degli altri comuni della Provincia perché facciano la loro parte. “È nostro dovere, nello spirito che da sempre contraddistingue le nostre comunità,la nostra storia e la nostra cultura,di sinistra,accogliere dignitosamente ed in modo sostenibile queste persone”.

Sandra Capuzzi, presidente della Società della Salute “I nostri territori stanno dando il massimo, ma questo non autorizza nessuno a tirare la corda oltre misura” – non permetteremo a nessuno di alzare il livello del conflitto sociale su questo tema dell’accoglienza ma sono molte le cose da rivedere..

By