Sergio Di Maio:”San Giuliano Terme dalla A alla Z. E ora si cambia davvero”

SAN GIULIANO TERME- Sergio Di Maio, all’apertura della campagna a Sindaco di San Giuliano per la coalizione di centro sinistra, parte da esempi concreti e convoca la stampa in un luogo irrituale e significativo: una casa in costruzione. “Inizio da qui per portare subito sul concreto la mia visione del futuro di San Giuliano. Questa casa è un buon esempio del possibile. E’ progettata e realizzata per emissioni e consumo zero. Come sindaco mi impegnerò per l’uso di materiali che rendano le costruzioni autosufficienti, con attenzione alle tasche di chi investe sul bene del nostro pianeta”.

 

Nella foto: da sinistra - Eros Carloppi (Democratici Riformisti   Insieme per San Giuliano Terme); Daniela Andreotti (Pd); Sergio Di   Maio (candidato a Sindaco); Franco Marchetti (Sel)
Nella foto: da sinistra – Eros Carloppi (Democratici Riformisti Insieme per San Giuliano Terme); Daniela Andreotti (Pd); Sergio Di Maio (candidato a Sindaco); Franco Marchetti (Sel)

La rivoluzione in comune. Il programma di Di Maio guarda avanti e segna un taglio netto con il passato. “Il primo segnale sarà la rivoluzione del funzionamento del comune, nei metodi di amministrazione e nella scelta di strumenti che sveltiscano i tempi di risposta alle richieste dei cittadini”.

 

La possibilità del turismo. San Giuliano sarà una città giardino tra Pisa e Lucca, due grandi città d’arte “e farà sistema nell’area pisana, come attrattore di turismo, mettendo a sistema le nostre risorse naturali, l’arte, la cultura e la scienza”.

 

Abbasseremo le tasse. Sulla politica fiscale Di Maio dice: “Con il bilancio del 2015 abbasseremo le imposte locali che gravano su imprese e famiglie. Le politiche di rigore e di recupero dell’evasione saranno la nostra strada verso l’equità”.

 

Piccoli interventi di ampliamento. Lo sviluppo urbano vedrà interventi mirati “per non occupare suolo, per non consumare energia. Così daremo anche lavoro agli artigiani e ai piccoli imprenditori e potremo garantire alle nostre frazioni una qualità del vivere sociale anche per il futuro”.

 

Ponti d’oro a chi investe. Tutte le iniziative volte mantenere e a favorire investimenti saranno realizzate, dal commercio, all’artigianato, alla piccola impresa, con un attacco frontale alla burocrazia. Chi investe e intraprende in proprio rischia e crea economia e lavoro.

 

Dalle associazioni alla zuppa. In sintesi: una visione alta e tanta attenzione alle piccole cose. “Ho riassunto il mio programma elettorale in alcuni punti, in una “San Giuliano Terme dalla A alla Z”, perché tutti possano leggerlo e comprenderlo. L’ho messo insieme ascoltando cittadini, associazioni e forze politiche, ma la responsabilità finale è mia. Sono idee possibili e azioni di buon governo”.

 

IL PROFILO. Sergio Di Maio è nato 43 anni fa a Palermo. E’ padre di due figlie, Francesca e Federica. Si è diplomato Agrotecnico e ha frequentato la facoltà di Agraria. E’ carabiniere e lavora a Camp Darby. Parla correntemente l’inglese, ha praticato sport, gli piace leggere e ama Camilleri. Sin da studente si è impegnato in associazioni antimafia con una passione civile che, già nel 1989, lo ha visto candidato in una lista civica di sinistra a Palermo. Vive in Toscana da 25 anni.

 

 

www.sergiodimaio.info

info@sergiodimaio.info

Pagina Facebook: Sergio Di Maio Sindaco

By