Serie A 2017: trattative e affari conclusi nel calciomercato estivo

PISA – La sessione estiva di calciomercato è uno degli eventi più attesi dagli amanti del gioco del pallone che, delusi o soddisfatti dell’annata appena conclusa, desiderano ad ogni modo che la propria squadra porti a termine dei trasferimenti prestigiosi. Tutte le tifoserie sognano quindi con ansia il colpo ad effetto dal club che amano, per vivere una stagione piena di gioie e successi.
Fino al 31 agosto, termine ultimo per depositare i contratti dei calciatori che hanno deciso di indossare una casacca di un altro colore, presidenti, dirigenti, procuratori e numerosi calciatori saranno coinvolti nelle trattative, vivendo ogni giorno come fosse quello decisivo per un trasferimento importante.
Ad essere decisamente coinvolti sono anche i supporter delle compagini di Serie A, che stanno concentrando la loro attenzione sul mercato estivo dopo il termine del torneo della massima serie a fine maggio.
I tifosi sono i primi a fare previsioni nel marasma dei trasferimenti, esprimendo il proprio pensiero sulla qualità dei calciatori coinvolti nelle trattative, sulle lacune da colmare per i club italiani e sulle strategie più opportune da mettere in atto affinché la propria squadra riesca a disputare un campionato di buon livello. Una delle opportunità che offrono molte aziende che operano nel settore ludico è quello di concedere all’utente la possibilità di un giudizio personale sulle trattative in corso, tentando di indovinare, mediante delle scommesse sportive, la più probabile destinazione per i calciatori in uscita dalla propria squadra. Grazie alle quote aggiornate quotidianamente, per via dei cambiamenti repentini nel mondo del calciomercato, il visitatore può interagire esprimendosi sulle questioni legate alla sessione estiva del 2017.
Tutte le compagini che prenderanno parte alla prossima stagione del massimo campionato hanno intenzione di rendere la propria rosa più competitiva e di raggiungere gli obiettivi prefissati, a partire dalle rampanti neopromosse, l’esordiente Benevento, la storica Spal, tornata tra i grandi dopo 49 anni, e il Verona, un habitué della Serie A. La gran parte delle formazioni di Serie A hanno confermato i propri allenatori, dando continuità al lavoro fatto fino a questo momento, utilizzando il mercato estivo per esaudire le richieste dei tecnici e rendere più forti le rose a loro disposizione.
C’è tempo fino al 31 agosto per presentare in Lega i contratti dei giocatori appena acquistati, ma i diversi club si mobilitano già da mesi per accaparrarsi le migliori occasioni che propone il mercato, tra calciatori liberati a parametri zero e prospetti interessanti.
Le squadre romane, dopo aver disputato un campionato anche al di sopra delle aspettative, si preparano alla nuova stagione con obiettivi differenti, ma entrambe molto convinte delle proprie possibilità di successo.
La formazione biancoceleste, che si è ritrovata in casa un grandissimo allenatore come Simone Inzaghi, si propone di ripetere la stagione esaltante dello scorso anno, in cui si è piazzata al quinto posto alle spalle di Juventus, Roma e Napoli, grazie alle formidabili prestazioni di squadra e di alcuni giocatori chiave come il centrocampista serbo Milinkovic-Savic, l’ala brasiliana Felipe Anderson e la punta partenopea Ciro Immobile. Il primo colpo messo a segno dalla squadra laziale per ampliare la propria rosa è quello di Adam Marusic, giovane montenegrino individuato da Igli Tare per coprire un ruolo chiave come il terzino. Vista la possibile partenza di alcuni giocatori cruciali come De Vrij e Biglia, la società bianconceleste ha intenzione di cautelarsi anche in quei ruoli, che appaiono decisivi per formare l’ossatura della squadra.
Il club giallorosso ha invece obiettivi più ambiziosi dei rivali cittadini, visto che la tifoseria della Roma vuole lo scudetto dopo tanti secondi e terzi posti negli ultimi quindici anni. Lo spagnolo Monchi, incaricato da James Pallotta di comporre una rosa competitiva, sacrificando anche qualche nome altisonante per evitare di violare le regole del fair play finanziario, vuole ad ogni modo acquistare dei calciatori di buona esperienza europea che possano aiutare il club a primeggiare in Italia e a competere in Champions League. I rinforzi già ufficializzati sono quelli del difensore messicano Hector Moreno, del terzino olandese Rick Karsdorp e del mediano francese Maxime Gonalons, che ha il compito di rimpiazzare l’argentino Paredes, ceduto allo Zenit San Pietroburgo.
Anche quando si vince bisogna pensare ad alcune modifiche e accorgimenti in determinate zone del campo: questo è il mantra della Juventus, che tenta ogni anno di colmare le sue piccole lacune in ogni reparto, per ridurre la distanza con i club più forti d’Europa. La società bianconera si sta muovendo sul mercato con grande sapienza, con la consapevolezza di aver trovato il giusto modulo per affrontare ogni gara, il 4-2-3-1: i difetti più evidenti della scorsa annata sono stati proprio l’assenza di ricambi sulle ali, dove hanno giocato praticamente sempre Cuadrado e Mandzukic, un giocatore fisico in mezzo al campo che non facesse rimpiangere il partente Paul Pogba e un’alternativa ad Higuain. Mentre si lavora per le prime due questioni, il club torinese ha già piazzato un colpo non indifferente, assicurandosi il giovanissimo talento della Sampdoria Schick, che ha mostrato grandi qualità tecniche lo scorso anno a Genova e che a Torino potrebbe conquistarsi il ruolo di vice Higuain.

By