Serie B. Il punto sulla ventitreesima giornata

PISA – In attesa del posticipo serale tra Spezia e Latina (Picco, ore 20.45) la ventitreesima giornata (seconda del girone di ritorno), vede la riscossa delle favorite per la promozione, vale a dire Verona e Frosinone, le quali fanno valere il fattore campo rimandando sconfitte rispettivamente Salernitana e Brescia.

di Giovanni Manenti

I ciociari si riprendono il secondo posto in Classifica scavalcando la Spal fermata sul pari esterno (1-1) a Vicenza, mentre torna al successo il Benevento (3-0) a spese di un Carpi in netta fase involutiva. In coda, vincono solo le due ultime della classe, con la Ternana tornata al successo dopo quattro sconfitte consecutive (1-0 al Cittadella) ed il Trapani (3-1 a VERCELLI)che, dopo aver assaporato una sola volta la gioia dei tre punti nel girone di andata, colleziona la seconda vittoria consecutiva in questo avvio di ritorno, rendendo così sempre più incandescente la lotta per non retrocedere

Chiamata a rispondere ai malumori derivanti dalla sconfitta di Latina, la capolista Verona non si fa trovare impreparata e fa suo con il più classico dei risultati (2-0) il match interno contro la Salernitana, regolata con una rete per tempo a firma Pazzini (e sono 17!) e Luppi, così mantenendo le tre lunghezze di distacco su di un Frosinone che, nell’anticipo di venerdì sera contro il Brescia, aveva dovuto sudare non poco per portare a casa il successo (1-0) contro i lombardi, dovendo a più riprese ringraziare il proprio portiere Bardi ed un pizzico di buona sorte nel mantenere sino al termine il vantaggio propiziato da Ariaudo.

Una rete di Floccari all’ultimo istante salva la Spal dalla sconfitta, che sarebbe stata peraltro immeritata, sul campo del Vicenza, mentre nel “valzer delle matricole”, tocca al Benevento, il quale non ha avuto difficoltà a superare con un netto 3-0 (doppietta dell’ex nerazzurro Ceravolo, salito a quota 8 in classifica marcatori …) un Carpi che sembra aver perso la strada maestra, scavalcare in graduatoria il Cittadella, più sfortunato che colpevole sul campo della Ternana, la quale ha saputo approfittare di uno svarione difensivo dei veneti per centrare un successo fondamentale in chiave salvezza per l’esordio in panchina del nuovo Tecnico Gautieri ….

Il Pisa “last minute” di questo avvio di girone di ritorno riesce a strappare il pari (1-1) al “Silvio Piola” di Novara grazie a quella che si può iniziare a definire la “zona Ujkani”, dato che l’estremo difensore kosovaro ha pensato bene, dopo aver salvato il prezioso successo interno di sabato scorso contro la Ternana nei minuti di recupero, di ripetersi anche questa settimana trasferendosi nell’area avversaria in occasione del tiro dalla bandierina da cui è scaturita la rete del pareggio, la cui paternità è stata attribuita a Gatto anche se vi è qualche dubbio che la palla avesse già superata la linea sul tocco di Ujkani. La Lega di serie B tanto per non farci mancare niente ha attribuito il gol a Gaetano Masucci. Un risultato indubbiamente positivo, visto che serve a muovere la Classifica, ma che non ha soddisfatto Rino Gattuso quanto alla prestazione fornita, avendo correttamente definito la stessa come “un passo indietro” rispetto a quanto fatto vedere contro gli umbri. Sicuramente, l’inserimento dei nuovi acquisti non è qualcosa che può avvenire in pochissimi giorni, però, come suol dirsi, il Campionato non aspetta e da qui alla fine ogni partita sarà una battaglia, a cominciare dalla gara interna di sabato prossimo contro l’Entella, dove ci auguriamo che Masucci possa far valere la “legge dell’ex” e che, soprattutto, possa ricomporsi in termini positivi la vicenda Mannini, giocatore del quale, per le sue qualità tecniche e di esperienza, difficilmente questa squadra può fare a meno …

Per il resto, il pari a reti bianche tra Bari e Perugia non giova a nessuna delle due contendenti, entrambe ai margini della zona playoff, così come gli emozionanti pareggi per 2-2 tra Avellino ed Entella e tra Cesena ed Ascoli (con i marchigiani a beneficiare di due calci di rigore entrambi trasformati, il secondo dall’ex nerazzurro Perez …) non modificano di fatto le posizioni nella “zona calda” della graduatoria, dove, al contrario, si deve registrare l’impresa del Trapani che, sotto di una rete e messo alle corde nella prima parte dell’incontro dalla Pro Vercelli, ribalta situazione e risultato con tre reti nella ripresa (evento mai verificatosi in stagione per i siciliani …) e così, grazie al secondo successo consecutivo, anche la squadra del tecnico ex nerazzurro Alessandro Calori può legittimamente nutrire fondate speranze di riagganciarsi al gruppo in lotta per non retrocedere.

LA CLASSIFICA. Hellas Verona punti 44; Frosinone 41; Spal 40; Benevento 39; Cittadella 37; Carpi, Entella 33; Perugia 32; Bari 30; Novara 29; Spezia* e Ascoli* 28; Salernitana, Brescia, Vicenza 27; Latina* 26; Pisa, Avellino 25, Pro Vercelli*, Cesena 24, Ternana 23, Trapani 19.

By