Serie BKT: cosa possiamo aspettarci dalla stagione 2020-2021

PISA – Dopo l’ufficializzazione del calendario della stagione di Serie BKT 2020-2021, le squadre sono al lavoro da diverse settimane al fine di programmare al meglio il prossimo campionato cadetto che, mai come quest’anno, si preannuncia decisamente equilibrato.

Dopo la promozione dalla Serie C di tre società forti ed economicamente solide come Reggina, Monza e Vicenza, il livello medio del campionato si è ulteriormente alzato e non vediamo l’ora di goderci lo spettacolo che le 20 squadre impegnate in cadetteria metteranno in scena.


Le favorite per la promozione diretta


La passata stagione è stata ricca di emozioni e, sia in zona promozione che in zona retrocessione, le sorprese non sono mancate. Alla fine, Benevento, Crotone e Spezia sono riuscite ad avere le meglio di squadre ben più accreditate di loro e sono le compagini che quest’anno giocheranno in massima serie. Le principali deluse, invece, sono Frosinone, Chievo Verona ed Empoli, che alla vigilia del campionato erano state indicate dagli addetti ai lavori come le principali indiziate per il ritorno immediato in Serie A. Alla fine, tutte e tre sono riuscite a qualificarsi per i playoff, salvo poi abbandonare il sogno promozione nella post season. Il Frosinone è la squadra che ha i rimpianti maggiori, in quanto i ciociari sono stati costretti a piegarsi solo in finale contro lo Spezia allenato da Vincenzo Italiano. La squadra allenata da Nesta, a ogni modo, proverà nuovamente l’assalto alla promozione diretta e la sensazione di molti è che anche quest’anno i ciociari saranno tra i favoriti assoluti per l’approdo in Serie A. C’è inoltre enorme interesse nello scoprire cosa riusciranno a fare le neopromosse, con Monza e Reggina che sono intenzionate all’immediato doppio salto di categoria. Soprattutto i brianzoli, grazie agli ingenti investimenti economici del presidente Berlusconi e all’ottimo lavoro svolto in sede di calciomercato dal direttore sportivo Galliani, sembrano avere già a disposizione i mezzi per sognare in grande e non è un caso che al 7 di settembre, secondo le scommesse sul calcio di Betway, a quota 5,00, siano tra i principali indiziati per la promozione in massima serie. La Serie B, a ogni modo, sono anni che si conferma uno dei campionati più incerti e imprevedibili a livello europeo e non è escluso che anche quest’anno ci saranno delle clamorose sorprese, non solo nella zona alta della classifica.

Le ambizioni del Pisa: si parte con l’obiettivo salvezza tranquilla

Dopo aver conquistato la promozione dalla Serie C alla Serie B due stagioni fa, l’anno scorso il Pisa si era presentato ai blocchi di partenza del campionato cadetto con l’obiettivo di conquistare una salvezza tranquilla, ma dopo un girone d’andata tra alti e bassi, la squadra toscana era riuscita a trovare una continuità di risultati sorprendente che l’aveva proiettata in zona playoff. Solo il pareggio nell’ultima partita di campionato contro il Frosinone di Camillo Ciano e la contestuale vittoria dell’Empoli avevano condannato la compagine pisana a una clamorosa quanto immeritata esclusione dai playoff a causa di uno svantaggio negli scontri diretti. In questa estate, la rosa a disposizione di mister Luca D’Angelo è stata ulteriormente migliorata e sebbene i neroblu punteranno sempre a una salvezza senza particolari patemi d’animo, non è escluso che i toscani possano riuscire a rendersi protagonisti di un campionato di alta classifica. Come tutti gli appassionati di calcio sicuramente sapranno, la Serie B è uno dei campionati più incerti e imprevedibili di tutto il panorama calcistico italiano e anche l’anno scorso le sorprese non sono mancate. La più clamorosa, in negativo, è stata sicuramente rappresentata dal Perugia che, partito con l’obiettivo di puntare alla promozione, si è visto clamorosamente retrocesso in Serie C a causa della sconfitta ai playout contro il Pescara, l’altra rivelazione in negativo della stagione. Come se non bastasse, come abbiamo già avuto modo di vedere, quest’anno le neopromosse sembrano tutte in grado di puntare con forza al doppio salto di categoria e la sensazione è che davvero tra la zona retrocessione e quella playoff la differenza in termini di punteggio sarà minima.

Dopo poco più di un mese di pausa, il campionato cadetto è pronto a riaccendere i motori e siamo sicuri che anche quest’anno le sorprese non mancheranno. Il Pisa, reduce da un’ottima stagione, cercherà di conquistare la salvezza il più presto possibile, per poi puntare alla qualificazione ai playoff che l’anno scorso è sfuggita per una inezia.

By