Serie BKT. Pisa – Ascoli 1-0. Siega riporta il Pisa nei play-off. A Frosinone sarà la gara verità. Classifica cortissima

PISA – Il Pisa batte l’Ascoli (1-0) con un gol di Nicholas Siega sul finire del primo tempo. Una vittoria che consente al Pisa di rientrare nella zona play-off all’ottavo posto a quota 53 punti. I nerazzurri agganciano il Frosinone che venerdì alle ore 21 si troveranno di fronte allo Stirpe nell’ultima gara della regular season i nerazzurri e tengono il passo del Chievo. Luca D’Angelo centra il giorno dopo il suo compleanno la centesima vittoria fra i Professionisti, il Pisa invece conquista la sesta vittoria di fila in casa. Non accadeva dalla stagione 86-87 quando in panchina sedeva un certo Gigi Simoni.

di Antonio Tognoli

PRE – MATCH. Nella formazione di mister Luca D’Angelo non c’è il portiere Stefano Gori (stagione finita e lussazione alla spalla) tra i pali in questi due ultimi impegni del campionato della stagione regolare di serie BKT va Simone Perilli. Non c’è neanche Belli, mentre rientra dalla squalifica Pinato. Il tecnico nerazzurro schiera Perilli fra i pali con Varnier e Caracciolo centrali. Birindelli e Lisi sono gli esterni. Marin, De Vitis e Pinato sono i tre di centrocampo con Siega e Soddimo che stazionano dietro l’unica punta Marconi. L’Ascoli risponde con un 3-4-3. Davanti a Leali ci sono Ferigra, Valentini e Gravillon. Andreoni e Sernicola sono gli esterni di centrocampo con Cavion e Brlek in cabina di regia. Eramo, Ninkovic e Trotta è il tridente d’attacco. Prima del match i tifosi nerazzurri hanno scortato il pullman della squadra dall’hotel allo stadio con cori e sventolii di bandiere.

IL PRIMO TEMPO. Le due squadre insossano entrambe le prime maglie: Pisa in maglia nerazzurra, Ascoli in bianconero. Partita subito vibrante e a ritmi alti. Nei minuti iniziali Soddimo si fa apprezzare per un colpo di tacco al volo di gran classe, che però non riesce a raggiungere l’accorrente Marin. Si gioca a viso aperto. L’Ascoli chiede il rigore al minuto 7, ma Ayroldi lascia correre. Dall’altra parte Soddimo serve Pinato, che però viene fermato al momento dell’ingresso in area dij rigore. L’Ascoli guadagna due angoli consecutivi, dai 20 metri ci prova Sernicola, ma il suo destro termina sul fondo. Azioni da gol poche, ma fraseggi e bel gioco non mancano all’Arena, con il Pisa di mister D’Angelo che mostra tutta la sua intraprendenza. Soddimo regala lampi di classe servendo ancora con il tacco Lisi sull’out sinistro. Il suo cross è spazzato dalla difesa di Dionigi. Al minuto 24 Marconi conquista palla in area, appoggia per Soddimo che vede Pinato che calcia con il destro, ma Leali è attento e blocca a terra. Nulla di fatto, ma primo serio pericolo per la porta bianconera. Pausa per le due squadre al minuto 25 che si dissetano, Fa caldo all’Arena. Il primo ammomito del match è Danilo Soddimo. Pinato al 36 da buona posizione al limite dell’area, anzichè calciare a rete tenta il servizio per Marconi, che si rivela però troppo lungo. Insiste il Pisa con un fraseggio fitto, con l’Ascoli che però chiude bene tutti gli spazi. Il Pisa passa al minuto 44. L’azione nasce sugli sviluppi del primo corner della gara per il Pisa calciato proprio da Siega, il quale si sgancia e va a recuperare un gran pallone “spalla a spalla” su Cavion, entra in area dalla sinistra si accentra e lascia partire un destro, che si insacca nell’angolino alla destra di Leali, che nulla può: 1-0 per il Pisa. Sono due i minuti di recupero concessi da Ayroldi. L’Ascoli risponde subito al vantaggio nerazzurro con una punzione dai 25 metri di Ninkovic, che termina alta sopra la traversa, ma non di molto. La prima frazione si chiude sull’1-0 per il Pisa che in questo momento raggiunge il settimo posto in classifica a quota 53.

IL SECONDO TEMPO. La ripresa si apre senza alcun cambio e con una ammonizione ai danni di Birindelli, che sull’out di destra aveva fermato il tentativo di incursione di Cavion. Niente di fatto sugli sviluppi della punzione. Anzi, ne vien fuori un contropiede orchestrato da Caracciolo, che si fa cinquanta metri palla al piede, ma alla fine sbaglia l’assist per Marconi. Intanto sulla lista dei cattivi finisce anche Brlek, primo ammonito in casa ascolana. L’Ascoli è pericoloso in due circistanze fra il 51′ e il 53′. Prima con il sinistro di Trotta, deviato in angolo da Caracciolo. I bianconeri vanno ancora alla conclusione ancor con il sinistro di Trotta, che sfila di poco sul fondo rispetto al palo di sinistra della porta difesa da Perilli. Soffre il Pisa. I nerazzurri però al 58′ hanno l’occasione del raddoppio con Lisi che si fa quaranta metri di campo e poi tenta la conclusione “stile calcetto” ad anticipare la parata di Leali: palla che passa ad una spanna dal palo alla destra di Leali. Intanto mister Dionigi corre ai ripari: dentro Scamacca e Morosini, fuori Eramo e Trotta. L’Ascoli ci prova ancora con Ninkovic, ma il suo sinsitro deviato da Birindelli, termina fra le braccia di Perilli che blocca a terra. Mister Luca D’Angelo opera i primi due cambi al minuto 65: fuori Soddimo e Pinato, dentro Gucher e Masucci. Altri due cambi nell’Ascoli, dentro Padoin e Petrucci, fuori Andreoni e Brlek. Al minuto 26 l’arbitro effettua la pausa. Siega finisce sul taccuino di Ayroldi. L’Ascoli è in un buon momento. Perilli sbaglia l’uscita, Valentini però a porta sguarnita mette alto sopra la traversa. Insiste l’Ascoli e poco dopo è Scamacca ad alzare sopra la traversa di testa, tutto solo all’interno dell’area piccola. Bello il traversone di Sernicola dalla sinistra, ma per fortuna del Pisa, Scamacca ha messo alto sopra la tyraversa. Nel frattempo nel Pisa esce Marin per far posto a Meroni. I nerazzurri però soffrono. L’Ascoli insiste nei suoi attacchi e guadagna ancora un angolo che per fortuna non ha esito. Marconi si becca il giallo. L’Ascoli insiste, il Pisa stringe i denti. Altri due cambi per D’Angelo: dentro Vido e Pisano, fuori Marconi e Birindelli che non ne hanno più. Ultimi minuti di gara con la coppia d’attacco formata da Vido e Masucci. Ma a provarci è ancora Siega che dopo una bella azione di Vido calcia alto sopra la traversa. Sono sei i minuti di recupero concessi da Ayroldi. Valentini finisce sulla lista dei cattivi. E’ Vido show nel recupero con una grande azione il diciannove nerazzurro va sul fondo, entra in area ma il suo cross è ribattuto in angolo. Finisce qui. Pisa batte Ascoli 1-0.

PISA – ASCOLI 1-0

PISA (4-3-2-1): Perilli; Birindelli (86′ Pisano), Varnier, Caracciolo, Lisi; Marin (77′ Meroni), De Vitis; Pinato (65′ Gucher); Siega, Soddimo (65′ Masucci); Marconi (86′ Vido). A disp. Dekic, Pompetti, Moscardelli, Minesso, Ingrosso, Benedetti, Fabbro. All. Luca D’Angelo

ASCOLI (3-4-3): Leali; Ferigra, Valentini, Gravillon; Andreoni (70′ Padoin), Cavion (75′ Pinto), Brlek (70′ Petrucci), Sernicola; Eramo (59′ Morosini), Ninkovic, Trotta (59′ Scamacca). A disp. Marchegiani, Ranieri, Pucino, Troiano, Brosco, Matos, De Alcantara. All. Davide Dionigi

ARBITRO: Giovanni Ayroldi della sezione di Molfetta (Ass. Capone – Lombardo). Quarto uomo: Baroni

RETI: 44′ Siega (P)

NOTE: serata calda terreno in perfette condizioni. Ammoniti Soddimo, Birindelli, Brlek, Siega, Marconi, Valentini. Angoli 2-8. Rec pt 2′, st 6′.

By