Serie BKT. Pisa – Ascoli 2-1. Vido e Birindelli ribaltano i bianconeri

PISA – Il Pisa torna a fare il Pisa e contro l’Ascoli vince (2-1) in rimonta il recupero della settima giornata del campionato di serie BKT e sale a quota dieci in classiifca. Dopo un primo tempo di chiara marca nerazzurra succede tutto nella ripresa con il vantaggio dell’Ascoli con l’austriaco Bajic. Sembrava un altra notte infausta, invece mister D’Angelo ribalta la partita dalla panchina con gli ingressi di Vido e Gucher e successivamente quelli di Masucci e Sibilli. Prima Vido e poi Birindelli con una delle sue discese fissano il punteggio sul 2-1. E adesso sabato prossimo (ore 14) all’Arena il Pordenone farà visita ai nerazzurri.

di Antonio Tognoli

LE SCELTE DEI DUE MISTER. Mister Luca D’Angelo reduce da due ko consecutivi non può contare sugli infortunati Varnier, Meroni, De Vitis e Quaini. Molti i cambi rispetto a Ferrara. Partono dalla panchina Gucher, Masucci, Birindelli e Vido. Il tecnico nerazzurro torna al 4-3-1-2. Davanti a Perilli ci sono Caracciolo e Benedetti che rientra dalla squalifica. Gli esterni bassi sono Belli e Lisi. Centrocampo formato da Marin, Mazzitelli e Siega con Soddimo ad agire a ridosso delle due punte Marconi e Palombi. Il tecnico dell’Ascoli Delio Rossi deve fare a meno degli infortunati Kragl, Malle e Sabiri. I bianconeri all’Arena scendono con un unica punta: Bajic. Davanti a Leali ci sono Brosco e Pucino con Spendlhofer e l’ex Sini sugli esterni. Cavion Buchel e Saric, vengono schierati a centrocampo con Chiricò e Cangiano alle spalle appunto du Bajic. A mezz’ora dall’inizio del match piove intensamente sull’Arena Garibaldi durante il riscaldamento delle due squadre. Arbitrerà il match dell’Arena il Sig. Maggioni della sezione di Lecco.

IL PRIMO TEMPO. Pisa in maglia nerazzurra, Ascoli in completa tenuta gialla. In avvio una breve fase di studio. Il Pisa cerca di fare la partita anche con buoni fraseggi. Il campo scivoloso non agevola la squadra di mister D’Angelo. Tuttavia Lisi sulla corsia di sinistra mette la freccia e brucia in velocità il suo diretto avversario, ma il suo cross è troppo lungo e non trova nessun nerazzurro sul secondo palo. L’Ascoli prova a reagire, ma la difesa nerazzurra è attenta. Intorno al minuto 13 Marconi tenta un improbabile quanto difficile destro da fuori area. Conclusione che si rivela un passaggio per Leali che blocca facilmente. Buon momento per il Pisa. L’Ascoli sventa un paio di traversoni pericolosi dalle corsie esterne dei nerazzurri. Cross da destra di Soddimo colpo di testa di Palombi, palla alta sopra la traversa. Soddimo chiede il rigore al minuto 18. L’arbitro fischia punizione contro il Pisa. Le immagini lasciano più di un dubbio. Il Pisa insiste. Ci prova Lisi (23′) dopo l’ennesima discesa sulla sinistra. Il suo destro è bloccato a terra da Leali. Anche l’Ascoli si fa vedere con un tiro dalla distanza di Buchel, ma Perilli è attento ed in due tempi blocca il sinistro potente del centrocampista di Delio Rossi. Ma è ancora il Pisa a farsi pericoloso con una bella azione manovrata a destra che passa dai piedi di Belli e Siega che effettua il traversone per Palombi che a centro area anticipa tutti, ma calcia alto. Bella trama del Pisa, che per le occasioni create ed il gioco espresso meriterebe il gol. Anzi il Pisa è sfortunato. Al minuto 39 gran tacco di Soddimo che mette in moto sulla sinistra Lisi, traversone a centroarea per l’accorrente Belli, che con il destro calcia di un soffio a lato una sorta di rigore in movimento. Pisa padrone del campo nel finale di primo tempo., ma l’Ascoli riesce a tenere botta, Si va al riposo sullo 0-0 che sta strettissimo al Pisa.

IL SECONDO TEMPO. Ad inizio ripresa nessun cambio nei due schieramenti. Il Pisa parte forte. Al 2′ punizione di Mazzitelli, palla che termina a lato. L’Ascoli reagisce. Perilli è decisivo sulla conclusione di Chiricò. Sul proseguo dell’azione però l’Ascoli passa in vantaggio con un sinistro di Bajic ch controlla e con il mancino batte Perilli, che nulla può. La palla si insacca nell’angolino alla sua sinistra: 1-0 per l’Ascoli. Il Pisa accusa il colpo. Mazzitelli finisce sul taccuino dei cattivi. Mister D’Angelo effettua i primi cambi affidandosi a Gucher e Vido e richiamando Soddimo e Siega. Il Pisa rischia quando l’Ascoli si proietta in azione di contropiede. Perilli salva i nerazzurri respingendo la conclusione di Bajic. Al minuto 63 nerazzurri vicinissimi al pareggio: Palombi in azione di rimessa va via sulla destra, traversone rasoterra per Marconi, palla alta sopra la traversa. Il Pisa insiste alla ricerca del pareggio che meriterebbe ampiamente. Sugli sviluppi di un calcio di punizione di Gucher colpo di testa di Caracciolo, blocca Leali. Pisa in forcing. Conclusione di Mazzitelli respinta da un difensore dell’Ascoli, I nerazzurri protestano, Intanto palla buona per Benedetti che accorso dalle retrovie riceve un pallone calciato da Birindelli, ma calcia alto da pochi passi. Ad un quarto d’ora dalla fine mister D’Angelo inserisce Masucci e Sibilli e richiama in panca Marconi e Marin. Il Pisa cambia faccia ed in tre minuti ribalta la partita. Gucher al 78 vede Vido tutto solo sul secondo palo, Per il numero 19 tap in da pochi passi: 1-1. Grande merito dell’azione va a Sibilli che con una grande apertura aveva pescato Gucher. La formazione di D’Angelo prende coraggio. Prima ci prova Birindelli dal limite, poi lo stesso Sibilli, con Leali a salvare con una straordinaria parata. Palla che tocca la traversa e termina sul fondo. Al minuto 81 i nerazzurri riescono addirittura a ribaltare il match con Birindelli che si fa quaranta metri di campo entra in area dalla destra e in diagonale batte Leali: 2-1 per la squadra di mister D’Angelo. Ma tutto era iniziato da un gran recupero di Vido che era rientrato in difesa e aveva dato in là all’azione servendo Caracciolo, che ha poi innescato Birindelli che palla al piede di è inventato un gran gol. E nonostante il vantaggio ottenuto il Pisa insiste con una bella combinazione Sibilli-Vido, cross al centro sventato ancora dalla difesa ascolana. Mister Rossi richiama in panchina Pierini, dentro Vellios. La pioggia che si era placata aumenta di intensità nell’ultima parte del match. Sono quattro i minuti di recupero. Ma non c’è più tempo. Il Pisa torna al successo all’Arena e aggancia a quota dieci Brescia e Reggina.

PISA – ASCOLI 2-1

PISA (4-3-1-2): Perilli; Belli (63′ Birindelli), Caracciolo, Benedetti, Lisi; Marin (74′ Sibilli), Mazzitelli, Siega (57′ Vido); Soddimo (57′ Gucher); Marconi (74′ Masucci), Palombi. A disp. Kucich, Loria, Pisano, Bechini, Bechini, Masetti, Alberti, Giani. All. Luca D’Angelo.

ASCOLI (4-3-2-1): Leali; Spendlhofer, Brosco, Pucino, Sini; Cavion, Buchel, Saric; Chiricò (63′ Tupta), Cangiano (63′ Pierini) (88′ Vellios); Bajic. A disp. Sarr, Ndiaye, Ghazoini, Sarzi, Avlonitis, Corbo, Donis, Lico, Gerbo. All. Delio Rossi

ARBITRO: Lorenzo Maggioni della sezione di Lecco (Ass. Trinchieri – Dei Giudici). Quarto uomo: Meraviglia.

RETI: 51′ Bajic (A), 78′ Vido (P), 81′ Birindelli (P)

NOTE: giornata piovosa, terreno pesante ma in buone condizioni. Ammoniti Buchel, Mazzitelli, Tupta, Pisano (dalla panchina), Sini. Angoli 2-3. Rec pt 0′, st 4′

By