Serie BKT. Pisa – Brescia 1-0 Lisi-gol. Pisa sull’ottovolante

PISA – Con un gol di Francesco Lisi al minuto 21 del primo tempo il Pisa batte il Brescia nella sfida valevole per la diciottesima giornata del campionato di serie BKT e si porta a quota 23 punti in classifica scavalcando proprio le Rondinelle. Ottavo risultato utile consecutivo per i nerazzurri, con una partita da recuperare con il Frosinone non giocata il 30 dicembre scorso.

di Antonio Tognoli

PRE GARA. Mister Luca D’Angelo sceglie il 4-3-1-2 per la gara contro il Brescia. Gori, ritornato a Pisa non figura neanche in panchina. C’è invece l’altro arrivo, Davide Marsura con il numero 77. Per quanto riguarda invece la formazione titolare davanti a Perilli ci sono Meroni e Benedetti con Belli e Lisi a presidiare le fasce esterne. A centrocampo il tecnico nerazzurro sceglie classe e sostanza con l’impiego sulla linea mediana di Gucher, De Vitis e Mazzitelli. Vido supporterà le due punte: Sibilli e Marconi. Il Brescia di mister Dionigi si presenta all’Arena senza Toregrossa ceduto alla Sampdoria e Sabelli, quasi ceduto ai blucerchiati. Dionigi schiera un 4-3-3. Davantti a Joronen ci sono Mateju, Chancellor, l’ex Lucchese Mangraviti e Martella, ex di turno Bruno Martella. In avanti Aye, Ragusa e Spalek. Ragusa, lo scorso anno realizzò una doppietta all’Arena con la maglia dello Spezia, che poi però uscì sconfitto per 3-2 da Pisa.

IL PRIMO TEMPO. Pisa in maglia nerazzurra, con numeri color oro sulle spalle, Brescia in completo bianco azzurro. Dopo appena un minuto il Brescia si rende pericoloso sull’asse Aye – Ragusa il quale da destra pesca sul secondo palo l’ex Martella, con Lisi che salva sulla linea di porta. Il Pisa accusa il colpo ed il Brescia (4′) è ancora pericoloso con un destro di Dessena all’altezza del dischetto del rigore, che costringe Perilli a schiaffggiare la palla in angolo. Grande parata del numero uno nerazzurro, ma Pisa che non ha avuto il solito impatto suòl match. D’Angelo infatti si alza subito dalla panchina per dare indicazioni ai suoi. Il Pisa ski vede dalle parti di Joronen al minuto 16. Palla in verticale di Mazzitelli che pesca molto bene Gucher che si gira velocemente e calcia alto sopra la traversa. Peccato. Era una buona dai sedici metri. Poco dopo sul primo angolo calciato per il Pisa da Gucher, prima Sibilli e poi Benedetti lisciano una palla a pochi passi da Joronen. I nerazzurri trovano però il vantaggio al minuto 20: Cross da destra di Sibilli, colpo di testa di Vido, Joronen si distende e respinge, ma Lisi in tap in in scivolata, deposita in gol: 1-0. Nerazzurri in vantaggio e primo gol stagionale per il numero 23 di mister D’Angelo. Il Brescia accusa il colpo. Sibilli (22′) imbeccato sulla fascia destra entra in area poi finta il cross, ma va al tiro, bloccato a terra ancora da Joronen. Ci prova ancora Gucher dalla distanza, palla che sfila però di poco a lato con Joronen sulla traiettoria. E’ un buon momento per i nerazzurri che al 32′ rubano palla e ripartono in contropiede con Sibilli che vede e serve Marconi al limite, palla che sbatte sulla traversa e termina alta a Joronen battuto. Peccato. Era un ottima occasione per raddoppiare. Al minuto 37 però l’occasione è ancora più clamorosa per il Pisa. Sul corner di Gucher, colpo di testa di De Vitis, palla sul palo che ritorna al numero 30 di D’Angelo che però calcia di piatto sinistro incredibilmente fuori. E’ l’ultima vera occasione della prima frazione. Si va al riposo sull’1-0 per il Pisa senza alcun recupero.

IL SECONDO TEMPO. La ripresa inizia senza alcun cambio nei due schioeramenti. Martella lanciato verso la porta nerazzurra viene fermato molto bene da Lisi, al momento del suo ingresso in area. Pisa vicino al gol sl 3′: cross da destra di Belli, con Marconi a centro area che non riesce ad agganciare. Poco prima del quarto d’ora Ragusa imbeccato da Van De Looi calcia sull’esterno della rete. Dionigi al minuto 60 inserisce tre forze fresche nelle Rondinelle: Laboko, Bisoli e Donnarumma rilevano Dessena, Van de Looi e Jagiello. Al minuto 65 De Vitis è costretto ad uscire per un probelma muscolare (forse uno stiramento): dentro Marius Marin entrato nel mirino del Genoa sul metrcato e cresciuto rispetto allo scorso anno in maniera esponenziale. Nel frattempo però Aye viene steso al limite dell’area. Martella però con il sinistro calcia alto sopra la traversa. La risposta del Pisa però non si fa attendere. Parte ancora dai piedi di Sibilli a destra il cross per Marconi, che chiama Joronen alla deviazione in angolo. L’ennesima occasione per i nerazzurri per chiudere il match. Il Brescia cambia ancora: dentro Ghezzi e fuori Ragusa. D’Angelo al minuto 75 risponde con l’inserimento di Birindelli e Palombi, richiamando Belli e Vido. Nelle Rondinelle dentro anche Fridjonsonn per Aye. Nel Pisa esce Gucher ed entra Siega, torna anche Varnier dopo il lungo infortunio che rileva Sibilli e si sistema al centro della difesa con Benedetti. I nerazzurri passano a cinque in difesa senza il tre quartista con un classico 5-3-2 dovge i due terminali sono Marconi e Palombi. Perilli è ancora superlativo respingendo al minuto 86 un pallone insidiodo dopo un rimpallo in area nerazzurra. Il Sig. Amabile tira fuori il secondo giallo davanti a mister Luca D’Angelo. Sono cinque i minuti di recupero concessi dal direttore di gara. Benedetti tocca con la mano al limiute dell’area. Giallo e punizione dal limite per il Brescia. Calcia ancora Martella, ma la palla termina alta sopra la traversa.

PISA – BRESCIA 1-0

PISA (4-3-1-2): Perilli; Belli (75′ Birindelli), Meroni, Benedetti, Lisi; Gucher, De Vitis (65′ Marin), Mazzitelli; Vido (75′ Palombi); Sibilli, Marconi. A disp. Kucich, Loria, Pisano, Siega, Soddimo, Bechini, Quaini, Varnier, Marsura. All. Luca D’Angelo

BRESCIA (4-3-3): Joronen; Mateju, Chancellor, Mangraviti, Martella; Dessena (60′ Laboko), Van de Looi (60′ Bisoli), Jagiello (60′ Donnarumma); Aye (79′ Fridjonsson), Ragusa (73′ Ghezzi), Spalek. A disp. Kotnik, Andrenacci, Zmrhal, Skrabb, Verzeni, Bjarnason, Papetti. All. Davide Dionigi.

ARBITRO: Daniel Amabile della sezione di Vicenza (Ass. Avalos – Cipressa). Quarto uomo: Massimi

RETI: 21′ Lisi

NOTE. giornata di sole, terreno in perfette condizioni. Ammoniti Mazzitelli, mister Luca D’Angelo, Benedetti. Angoli 7-3. Rec pt 0′, st 5′.

By