Serie BKT Pisa – Empoli 2-3, In un convulso finale passano gli azzurri

PISAL’Empoli vince (3-2) un derby a dir poco rocambolesco e pieno di emozioni al cospetto di un ottimo Pisa che ha mostrato ancora una volta un Marconi in formato super, ma come a Verona purtroppo non è bastato. Vantaggio Empoli con Mancuso pari di Marconi, poi dopo una ripresa in cui il Pisa era riuscito a tenere bene il campo il vantaggio azzurro ancora di Mancuso, ancora pari di Marconi e nel recupero Frattesi segna il punto del 3-2. Il Pisa cade dopo 27 risultati utili consecutivi.

di Antonio Tognoli

PRE MATCH. Mister Luca D’Angelo alla fine per questa importantissima sfida sceglie il 4-3-1-2. Davanti a Gori ci sono Aya e Benedetti. Ai loro lati come esterni del pacchetto arretrato spazio a Belli e Lisi. Centrocampo a tre con Gucher, Marin e Di Quinzio. Minesso viene schierato da tre quartista alle spalle di Marconi e Fabbro, che formano la coppia d’attacco. Quest’ultima la vera sorpresa della serata, con l’esordio in maglia nerazzurra dell’ultimo arrivato in casa Pisa Michael Fabbro. L’Empoli di mister Cristian Bucchi schiera invece il consueto 4-3-1-2. Davanti a Brignoli ci sono Romagnoli e Maietta con Veseli e Balkovec ai suoi lati. Centrocampo a tre con Frattesi, Stulac e Bandinelli. Dezi ex Perugia viene schierato alle spalle di La Gumina e Mancuso. C’è un gran clima per questo derby, oltre novemila i tifosi sugli spalti, di cui 500 provenienti dalla vicina Empoli sistemati nel settore Curva Sud.

IL PRIMO TEMPO. Pisa in maglia nerazzurra, Empoli in completo bianco. L’Arena offre le solite emozioni indescrivibili quando le due squadre scendono in campo. La prima occasione però fa tremare i tifosi nerazzurri. Contropiede Empoli quando la lancetta non ha girato neanche due volte. Palla da La Gumina a Bandinelli, cross per l’accorrente Frattesi, ma il suo sinistro termina sul fondo accompagnato dai fischi della Curva Nord nerazzurra. Il Pisa affida la risposta al suo bomber Michele Marconi imbeccato da un Minesso riportato da D’Angelo nel ruolo di tre quartista, palla crossata di prima con un sinistro rasoterra che raggiunge il numero 31 nerazzurro. Ci vuole un prodigio di Brignoli che devia in angolo per scongiurare il vantaggio nerazzurro. Il Pisa insiste e direttamente su un rilancio di Gori la palla arriva dopo un liscio a centrocampo a Di Quinzio che innesca che prova con l’interno sinistro con palla che si perde dalla parte opposta. E’ una gara che offre molti spunti. Lisi pur essendo schierato dall’inizio esterno basso non rinuncia a portarsi in avanti sulla corsia mancina. Al minuto 22 l’Empoli si fa pericoloso in contropiede. La Gumina lanciato a tu per tu con Gori ci prova con il sinistro, ma Gori gli respinge la conclusione. Immediata la risposta nerazzurra (25′): Minesso porta palla sulla trequarti sinistra si accentra trova il corridoio per servire Fabbro, ma Brignoli si salva con i piedi e sulla respinta nessun nerazzurro è pronto al tap-in decisivo. Al minuto 28 è ancora il Pisa a farsi pericoloso. Azione che scaturisce dal quarto tiro d’angolo, con Di Quinzio che prova il tiro a giro che però termina la sua corsa sopra la traversa. A passare inaspettatamente in vantaggio è l’Empoli. Marin perde una brutta palla a centrocampo, Dezi innesca Mancuso che lascia partire un destro al volo che Gori può solo guardare insaccarsi nell’angolino alla sua sinistra. Empoli in vantaggio. In nerazzurri però non ci stanno e si gettano subito in avanti conquistando due corner. Ma il gol arriva a tempo quasi scaduto. Punizione da sinistra conquistata da uno straordinario Lisi che costringe al giallo Veseli. Minesso calcia una pennellata che Benedetti rispedisce in mezzo laddove Michele Marconi la spinge di piatto in porta mandando in delirio il tifo nerazzurro dell’Arena Garibaldi. Sesto gol in maglia nerazzurra per il bomber di Follonica. Dopo un minuto di recupero si chiude 1-1 la prima frazione di gara.

IL SECONDO TEMPO. Ad inizio ripresa nessun cambio da parte dei due tecnici. La prima azione pericolosa è nerazzurra con Lisi che pesca molto bene Marconi che non ci pensa su due volte a calciare al volo con il destro. Palla alta sopra la traversa. D’Angelo al 7′ opera il primo cambio: dentro Masucci, fuori Fabbro. Positivo l’esordio in maglia nerazzurro del numero 35. Poco dopo fuori anche Minesso con Pinato pronto a rilevare il tre quartista tornato titolare. L’Empoli nel frattempo si rende pericoloso su punizione con una conclusione di Stulac prima respinta da Gori poi deviata in angolo da Benedetti. Anche Bucchi ricorre al primo cambio: fuori Bandinelli, dentro Bajrami. Nel Pisa spazio ad Ingrosso che subentra a Di Quinzio. Intorno al 28′ il Pisa ha la grande occasione per passare in vantaggio. Pinato lascia partire dall’out sinistro un traversone rasoterra per Masucci che in piena area controlla e serve Marconi ma il suo destro viene respinto da un difensore empolese. L’Empoli spinge alla ricerca del vantaggio, il Pisa cerca di sfruttare al meglio le azioni di rimessa. La squadra di D’Angelo si fa ancora pericolosa al 33′. Pinato opera un cross al bacio sul secondo palo dove si fa trovare pronto Belli che rimette in mezzo per Marconi il quale all’altezza del dischetto del rigore si fa ancora respingere la conclusione da un difensore azzurro. Peccato. Intanto Bucchi inserisce negli ultimi otto minuti Laribi al posto di Dezi. Masucci si fa male. Ci vuole qualche minuto per portare le cure del caso al giocatore nerazzurro che però stringe i denti e resta in campo. Nel finale succede di tutto. Al minuto 87′ su un rinvio della difesa nerazzurra di Lisi che rimpalla su Benedetti Mancuso si trova solo davanti a Gori e lo batte: 2-1. Il Pisa riesce a tornare in partita e a pareggiare su un altro errore dell’Empoli in difesa. Masucci recupera palla e serve Marconi che di piatto segna il 2-2 facendo ancora una volta esplodere l’Arena. A questo punto mancano ancora tre minuti di recupero. L’Empoli segna al 96′ gelando l’Arena con Frattesi che indovina il “sette” alla destra di Gori.

PISA SC – EMPOLI 2-3

PISA SC (4-3-1-2): Gori; Belli, Aya, Benedetti; Lisi, Gucher, Marin, Di Quinzio (65′ Ingrosso); Minesso (56′ Pinato); Marconi, Fabbro (52′ Masucci). A disp. D’Egidio, Perilli, Birindelli, Verna, Siega, Izzillo, Meroni, Varnier, De Vitis. All. Luca D’Angelo

EMPOLI (4-3-1-2): Brignoli; Veseli, Romagnoli, Maietta, Balkovec; Frattesi, Stulac, Bandinelli (59′ Bajrami); Dezi (82′ Laribi); La Gumina (77′ Moreo), Mancuso. A disp. Perucchini, Provedel, Donati, Nikolaou, Fantacci, Piscopo, Merola, Ricci, Pirrello. All. Cristian Bucchi

ARBITRO: Gianluca Aureliano di Bologna (Ass. Margani – Affatato). Quarto uomo: Michele Giordano di Bologna

RETI: 40′ e 87′ Mancuso (E), 45′ e 92′ Marconi (P), 95′ Frattesi (E)

NOTE: serata tiepida, terreno in perfette condizioni. Ammoniti Romagnoli, Veseli, Bandinelli, Bucchi, Marconi, Frattesi, Gemmi. Angoli 6-3. Rec pt 1′, st 5′. Spettatori 9.000 per un incasso di 114.131 euro.

By