Serie BKT. Pisa – Frosinone si chiude senza reti. Bardi salva i ciociari negli ultimi minuti

PISA – Si conclude a reti bianche la sfida fra Pisa e Frosinone all’Arena nel recupero della sedicesima giornata del camèpionato di serie BKT. Un pareggio tutto sommato positivo, anche se con un pò di cinismo in più il Pisa avrebbe potuto portare a casa l’intera posta. Comunque un buon punto contro una squadra forte costruita per salire in serie A.

di Antonio Tognoli

PRE GARA. La squadra di Alessandro Nesta seppur reduce dalla sconfitta di Empoli per 3-1 è squadra costruita per il salto in serie A. Nell’ultimo giorno di mercato sono arrivati Vitale dal Verona, Brignola dalla Spal e Iemmello. Il solo Vitale e il giovane attaccante del Torino Millico. Il solo Vitale però è a disposizione contro i nerazzurri. Il Pisa di mister Luca D’Angelo deve fare a meno di Masucci, Masetti e Sibilli, ma rispetto alla gara contro la Reggiana recupera Mazzitelli, De Vitis e Benedetti. Mister D’angelo manda in campo il Pisa con il 4-3-1-2. Davanti a Gori ci sono Meroni e Caracciolo con Birindelli e Pisano sugli esterni bassi. A centrocampo spazio a capitan Gucher, De Vitis e Mazzitelli con Siega che ha il compito di innescare Soddimo e Marconi. Il Frosinone di Alessandro Nesta risponde con Bardi tra i pali. Davanti all’estremo difensore ex Inter ci sono Brighenti e Szyninski. A protezione della difesa agiscono Gori, Maiello e Boloca con Tribuzzi e Rohden dietro all’unica punta Novakovich.

IL PRIMO TEMPO. Pisa in maglia nerazzurra con numeri color oro sulle spalle, Frosinone in completo bianco con striscia obliqua gialloazzurra. Il Pisa parte forte e conquista subito due corner, che però non hanno esito. Il Pisa mantiene l’iniziativa del gioco ed è autore di buoni fraseggi. Il Frosinone è ben chiuso all’indietro e non riesce ad offrire spunti in avanti con Novakovich nella morsa di Meroni e Caracciolo. Da segnalare un cross di Pisano respinto dalla difesa ciociara e un destro di capitan Gucher abbondantemente alto. La prima occasione del Frosinone (15′) porta la firma Tribuzzi: palla alta sopra la traversa. Molti gli errori da entrmbe le parti, nessun tiro verso la porta. Partita tutt’altro che spettacolare. Al minuto 25 i nerazzurri si fanno pericolosi con un destro al volo di Siega con palla non colpita bene che termina tra le braccia di Bardi. La partita la fa il Pisa. Gucher fa partire un traversone da destra, Tribuzzi anticipa sul secondo palo Birindelli e mette in angolo. Sul corner di Gucher, colpo di testa di Caracciolo palla a lato di un soffio. Ancora una grande occasione per il Pisa che cerca di cavalcare il suo buon momento. Al minuto 37 il Frosinone mette la testa fuori dall’area di rigore, conquista un corner sul quale Ariaudo da pochi passi mette alto sopra la traversa. Il Pisa risponde subito in verticale con Gucher che dal limite dell’area non trova lo spiraglio per imbeccare Marconi in area. Szyminski è il secondo ammonito della sfida. Marconi va giù in area (42′) tutto regolare secondo Illuzzi che manda al riposo le due squadre sullo 0-0 senza alcun recupero.

IL SECONDO TEMPO. Nessun cambio nelle due formazioni ad inizio ripresa. Inizia bene il Pisa con Birindelli che lascia partire un cross dalla sinistra, che però non trova puntuale la testa di Msrconi. La risposta del Frosinone è affidata al destro di Rohden dal limite con Gori che abbranca a terra la sfera. La ripresa si apre con questi due sussulti. Ma è ancora la squadra di Luca D’Angelo a mettere i brividi al Frosinone, con una splendida pennellata di Mazzitelli per la testa di Marconi che però alza sopra la traversa. Buon momento per i nerazzurri che continuano ad attaccare con Birindelli che scalda i guantoni di Bardi che respinge. Nesta si accorge che qualcosa non va e toglie Maiello e Boloca ed inserisce Carraro e Kastanos. Intanto Marconi dopo un corpo a corpo con Zampano va ancora giù in area. Illuzzi lascia ancora correre. Ma il Pisa spinge ancora. Pisano innesca Marconi sul filo dell’offside, il suo destro è bloccato in due tempi da Bardi. Mazzitelli va giù al limite dell’area. E’ punizione. Gucher murato dalla barriera riprende con il sinistro, ma la sua conclusione termina ampiamente a lato. Mister Luca D’Angelo inserisce Mastinu (debutto per lui in nerazzurro) e Vido al posto di De Vitis e Siega. Intanto il Frosinone si mangia un gol fatto con Novakovich che a pochi passi dalla porta svirgola malamente il pallone. Nesta richiama anche Brighenti e Tribuzzi, inserendo il nuovo acquisto Vitale e l’esterno D’Elia. Gara spezzettata, ma che vive sjul sottile equilibrio. D’Angelo inserisce anche Marin al posto di Soddimo. Mastinu va a fare il trequartista, mentre Vido si posiziona accanto a Marconi in attacco per l’ultimo quarto d’ora di gara. Ma è Gori a tenere a galla il Pisa al minuto 77 quando Novakovich a botta sicura chiama Gori al grande intervento. E’ un Pisa un pò stanco, il Frosinone attacca e guadagna un corner che però non ha esito. Vido se ne va in contropiede al minuto 80 palla dalla parte opposta per Mastinu murato da un difensore ciociaro. Peccato. Nel frattempo mister D’Angelo inserisce Varnier al posto di Meroni e Palombi al posto di Marconi. Nei minuti finali il Pisa reclama per un fallo di mano in area. Ultimi tre minuti anche per Parzyszec che rileva Rohden nel Frosinone. E’ del Pisa l’ultima occasione prima del 90′ con un contropiede di Palombi che dalla destra fa partire un traversone per Marin che al volo chiama Bardi alla deviazione sopra la traversa che salva letteralmente il Frosinone dalla capitolazione. Sono cinque i minuti di recupero assegnati da Irrati. Il Pisa ci prova fino alla fine. Marin dal limite con il destro rasoterra lambisce il palo. E’ l’ultima occasione del match. Finisce in parità.

PISA – FROSINONE 0-0

PISA (4-3-1-2): S. Gori; Pisano, Meroni (82′ Varnier), Caracciolo, Birindelli; Gucher, De Vitis (66′ Vido), Mazzitelli; Siega (66′ Mastinu); Soddimo (74′ Marin), Marconi (82′ Palombi). A disp. Perilli, Loria, Bechini, Quaini, Beghetto, Benedetti, Marsura. All. Luca D’Angelo

FROSINONE (4-3-2-1) : Bardi; Brighenti (67′ Vitale), Ariaudo, Szyminski, Zampano; Boloca (55′ Kastanos), Maiello (55′ Carraro), Mirko Gori; Tribuzzi (67′ D’Elia), Rohden (87′ Parzyszec); Novakovich. A disp. Trovato, Vettorel, Salvi, Capuano, Curado. All. Alessandro Nesta

ARBITRO: Lorenzo Illuzzi della sezione di Molfetta (Ass. Rossi – Mokhtar). Quarto uomo: Meraviglia

NOTE: giornata di sole, terreno in perfette condizioni, temperatura tipicamente primaverile intorno ai 13 gradi. Ammoniti Boloca, Szyminski, Rohden. Angoli 6-3. Rec pt 0′; st 5′.

By