Serie BKT. Pordenone – Pisa 1-0. Il Pisa cade a Trieste. Decide Ciurria

PISA – Ad un anno dalla promozione in serie B il Pisa torna al “Nereo Rocco”. E nonostante la prestazione sia positiva la serata non è da ricordare. A vincere è il Pordenone (1-0) al termine di una gara strana. A decidere il gol di Ciurria su una mezza disattenzione difensiva nerazzurra. Nel mezzo molte occasioni sprecate dai nerazzurri prima per andare in vantaggio nel primo tempo e poi per pareggiare nella ripresa con la traversa di Birindelli e il colpo di testa di Marconi nel finale. Una sconfitta bugiarda. Non c’è tempi per rammaricarsi però. Fra 72 ore si torna in campo a Chiavari contro l’Entella.

di Antonio Tognoli

PRE GARA. Mister D’angelo deve fare a meno di Caracciolo squalificato e Masucci alle prese con l’infortunio al ginocchio. Il tecnico pescarese davanti a Gori schiera la coppia Benedetti – Varnier con Pisano e Meroni sugli esterni. D’angelo a centrocampo sceglie Siega Gucher e De Vitis. In attacco Vido fa compagnia a Marconi. Nel Pordenone in campo dal primo minuto l’ex portiere Bindi che sostituisce l’infortunato Di Gregorio. Davanti a lui nel 4-3-1-2 ci sono Bassoli e Barison. A centrocampo Tessere sceglie Mazzocco che vince il ballottaggio con Pasa e in attacco Candellone viene schierato al fianco di Ciurria.

IL PRIMO TEMPO. Pisa in maglia gialla, Pordenone nella classica casacca neroverde. Pronti via e la gara è subito vivace. Il Pordenone attacca ed ha subito l’occasione di passare in vantaggio. Ciurria entra in area dalla sinistra eludendo Pisano, ma viene messo giù da Lisi. È subito rigore. Sul dischetto va Burrai, lo specialista a segno in quattro occasioni su quattro, ma Gori lo ipnotizza, si tuffa sulla propria destra e respinge il penalty. La risposta nerazzurra è affidata a Pisano che al minuto 7 riceve un cross al bacio di Siega ma incrocia troppo e la palla termina sul fondo. Peccato. Era una buona occasione. É sempre Pisa in avanti. Passato lo spavento la squadra di mister D’Angelo ci prova ancora con Lisi, ma Bindi blocca a terra il tiro dal limite del 23 nerazzurro. Al minuto 25 Siega cerca Marconi sul secondo palo ma la palla è troppo lunga. Poco dopo Vido si fa pericoloso in due circostanze. Alla prima occasione con un destro che termina alto sopra l’incrocio dei pali e poi con un azione personale ma il suo tiro ravvicinato dalla linea di fondo è respinto da Bindi in angolo. È il Pisa la squadra più pericolosa. De Agostini ferma con un fallo al limite un uno due fra Marconi e Vido e si becca il giallo. La punizione la calcia Gucher, ma Bindi vola all’incrocio e devia in angolo. Gran patata dell’ex estremo difensore del Pisa. Ma è solo Pisa in questo finale di primo tempo con il destro dal limite di Vido deviata in angolo. Sul corner i nerazzurri protestano per una trattenuta in area. M non è l’ultima occasione per la squadra di mister D’Angelo che va ancora vicina alla rete con il colpo di testa di Siega che esce fuori di un soffio. Si va al riposo senza recupero con il risultato a reti bianche che va stretto al Pisa.

IL SECONDO TEMPO. Come nella prima frazione parte forte il Pordenone, ma senza creare pericoli alla porta di Gori. Anzi, è il Pisa a conquistare un angolo che però non ha esito. La squadra di mister D’Angelo impone il proprio gioco. Il Pordenone però spezza il ritmo. Il Pisa è pericoloso in ripartenza. Marconi dal limite impegna Bindi a terra. Ma al 54′ è il Pordenone a passare a sorpresa con Ciurria che riceve da Mazzocco un cross rasoterra da destra e di sinistro elude la guardia di un difensore e batte Gori: 1-0. Svantaggio immeritato per il Pisa. D’angelo intanto inserisce Birindelli per Benedetti. Vido ci prova ancora dai sedici metri, ma il suo destro è ancora una volta bloccato da Bindi. Al minuto 61 Lisi perde una brutta palla a centrocampo. Ciurria serve sul secondo palo Pobega che a due passi da Gori però non schiaccia a dovere la palla che sfila a fondo campo. Pericolo scampato per il Pisa che rischia ancora al 63′ con il diagonale di destro di Ciurria. Pochi istanti dopo dentro Soddimo e Moscagol. Tesser risponde inserendo Zammarini e Bocalon. I nerazzurri sono ancora sfortunati sull’ennesimo corner con Birindelli che coglie in pieno la traversa. Pisa sfortunato. Ingrosso intanto rileva Pisano. La palla sembra non voler entrare e la porta del Pordenone stregata. Il Pisa fa incetta di corner. Birindelli ci prova ancora ma il suo destro si perde alto. Il Pordenone in contropiede sfiora il raddoppio con Mazzocco che calcia alto sopra la traversa. Il Pisa però va vicino al pareggio al minuto 84: cross da destra di Soddimo colpo di testa di Marconi che termina di un soffio a lato. Peccato. Il Pisa attacca a testa bassa. Il Pordenone però

PORDENONE – PISA 1-0

PORDENONE (4-3-1-2): Bindi; De Agostini, Bassoli, Barison, Vogliacco; Pobega (74′ Misuraca), Burrai, Mazzocco ; Tremolada (65′ Zammarini); Candellone (66′ Bocalon), Ciurria. A disp. Passador, Stefani, Chiaretti, Semenzato, Pasa, Almici All. Attilio Tesser

PISA (3-5-2): Gori; Meroni (64′ Soddimo) , Benedetti (57′ Birindelli), Varnier, Pisano (70′ Ingrosso), Gucher, De Vitis, Lisi, Siega (64′ Moscardelli); Vido, Marconi. A disp. Perilli, Dekic, Pompetti, Minesso, Fabbro. All. Luca D’Angelo

ARBITRO: Simone Sozza della sezione di Seregno. Assistenti: Rossi di Novara e Saccenti di Modena. Quarto uomo: Colombo di Como

RETI: 54′ Ciurria (Po)

NOTE: Serata calda, terreno in ottime condizioni. Ammoniti De Agostini, Pobega. Espulsi il Ds Roberto Gemmi e il Team manager Ivan Serra. Angoli 2-8. Rec pt 0′, st 5′.

By