Serie C girone A. Pari e patta tra Pontedera e Pistoiese. Il punto di Giovanni Manenti

PISA – Non si ferma la marcia del Siena, ancora una volta vittorioso in trasferta, stavolta sul campo della Viterbese, mantenendo così il punto di vantaggio su di un Livorno che fatica più del lecito per avere la meglio sul Giana Erminio, mentre alle loro spalle l’Olbia si conferma come squadra rivelazione di questa prima parte del Campionato e torna a ruggire il Pisa, corsaro sul campo di una sempre più derelitta Alessandria.

di Giovanni Manenti

In coda, centra il primo successo stagionale il Gavorrano che, dopo il pari all’Arena Garibaldi supera la Lucchese, mentre il confronto tra Pro Piacenza e Prato si conclude con un nulla di fatto che, alla fine, scontenta entrambe le squadre …

Pronti, via e, come spesso le accade fuori dalle mura amiche, il Siena si porta in vantaggio grazie alla solita zampata di Marotta per poi resistere senza eccessivi affanni ai tentativi di rimonta della Viterbese, colpita una seconda volta allo scadere del primo tempo da Guberti con un preciso destro a giro dal limite dell’area per il 2-0 con cui le squadre vanno al riposo. Più concreta la reazione dei padroni di casa nella ripresa, con Jefferson a fallire alcune facili occasioni prima di incaricarsi di illudere i suoi con la trasformazione di un calcio di rigore ad un quarto d’ora dal termine, subito neutralizzato da un veloce contropiede di Marotta che offre a Campagnacci una comoda palla da depositare in rete per il definitivo 3-1. Molto più difficile del previsto, al contrario, l’ostacolo Giana Erminio per il Livorno, il quale recupera nel primo tempo lo svantaggio iniziale siglato da Iovine per gli ospiti con una rete di Dumbia abile a sfruttare una indecisione del portiere avversario e poi nella ripresa, dopo aver rischiato con una clamorosa traversa colpita di testa da Marotta, porta a casa i tre punti con il brasiliano Murilo Mendes, ancora decisivo come a Pontedera, il quale risolve una mischia in area susseguente a calcio d’angolo. Dopo una prima frazione di gioco a reti inviolate, nella ripresa è lo scatenato Ragatzu, autore di una tripletta e solitario capocannoniere a quota 8 centri, a decidere l’incontro tra Olbia e Cuneo, con i sardi che, in virtù del 4-1 con cui si aggiudicano la gara, si portano a quota 20 solitari in terza posizione. Bella e combattuta la sfida andata in scena allo Stadio dei Marmi tra la carrarese e l’Arzachena con i padroni di casa che, sotto di una rete all’intervallo, rischiano il raddoppio in avvio di ripresa per poi rovesciare l’esito dell’incontro poco dopo l’ora di gioco, grazie ad una splendida doppietta del subentrato Biaschi messa a segno nello spazio di appena 3′, nel mentre perde contatto con le prime della classe il Monza pesantemente sconfitto in casa dall’Arezzo per 0-3, il cui esito è però condizionato da un clamoroso doppio palo interno colpito in avvio da D’Errico per i brianzoli, nonché dal penalty che Palazzo si fa parare da Borra a 10′ dal termine, prima che Cutolo, con una doppietta in contropiede a cavallo del 90′ desse al risultato i definitivo connotati …

Allunga a nove risultati utili consecutivi la striscia positiva il Pisa, ma soprattutto torna alla vittoria, dopo i due pareggi che avevano determinato l’esoneri in settimana di Mister Gautieri, con un convincente successo esterno sul campo di un’Alessandria sempre più allo sbando e giunta al terzo stop interno contro una squadra toscana. Dopo Livorno ed Arezzo, infatti, tocca ai nerazzurri temporaneamente affidati al Tecnico della Berretti Michele Pazienza fare bottino pieno al ristrutturato Moccagatta in una gara che li ha visti rischiare in una sola occasione nel primo tempo, allorquando Filippini è stato bravo e fortunato a deviare sulla linea una conclusione a botta sicura di Branca, per poi disporre a proprio piacimento degli avversari una volta sbloccato in risultato in chiusura di tempo con De Vitis, abile a sfruttare un assist di testa di Masucci e trafiggere Agazzi da pochi passi, con il raddoppio firmato da Eusepi in avvio di ripresa al termine di una caparbia iniziativa personale per un 2-0 che poteva essere anche arrotondato se il palo non avesse negato a Negro la soddisfazione personale. Sicuramente una gran bella risposta della squadra, chiamata ora a confermarsi venerdì prossimo nell’anticipo televisivo in scena al “Garilli” contro il Piacenza, con la Dirigenza che deve valutare se dare ancora una chance a Pazienza in vista del citato secondo incontro esterno consecutiva oppure procedere con la nomina del sostituto di Gautieri. Staremo a vedere, per intanto godiamoci questa vittoria, che fa morale, nonché Classifica, visto che in alto continuano a volare.

Per il resto, rocambolesco pari, 2-2. tra Pro Piacenza e Prato caratterizzato da un rigore per parte ed un’autorete a 10′ dal termine che evita ai Lanieri quella che per loro sarebbe stata la quinta sconfitta consecutiva, mentre con il successo per 1-0 sulla Lucchese il Gavorrano centra la sua prima “storica” vittoria nella Serie C a girone unico, nonché, cosa ancor più importante, riaggancia il treno delle ultime in Classifica, con la prospettiva di poter ulteriormente migliorare la propria posizione in vista della trasferta di domenica prossima a Pontedera, a propria volta fermato sul pari interno dalla Pistoiese dell’ex allenatore Paolo Indiani nel posticipo di lunedì, con i padroni di casa bravi a rimediare allo 0-2 iniziale a favore degli arancioni maturato nei primi 10′ di gioco.

Ed il prossimo turno, oltre a detta sfida salvezza ed al già ricordato anticipo televisivo che propone il Pisa impegnato a Piacenza, propone per la coppia di testa formata da Siena e Livorno – e tuttora uniche imbattute del Torneo – la possibilità di allungare ancora, visti i turni casalinghi a loro riservati, contro rispettivamente Monza e Pro Piacenza, ma le sorprese, come sempre, sono dietro l’angolo.

By