Serie D. Doppio Tehe e Noccioli, il Ponsacco vola al secondo posto

PONSACCO – Finisce con la standing ovation per Tehe, 20 anni e capocannoniere del campionato con cinque reti realizzate in altrettante gare uscito una manciata di secondi prima del triplice fischio finale. E con il pubblico del Comunale in piedi ad applaudire la “banda Pagliuca”, un manipolo di ragazzini capace di mettere sotto anche il San Donato Tavarnelle, sulla carta una delle corazzate del torneo, che a Ponsacco ha incassato tre sberle e subito una sconfitta che, nelle proporzioni, poteva essere più larga.

Non finiscono di stupire e divertire i rossoblù che, nelle prime cinque giornate hanno raccolto ben dieci punti, e ora sono lì ad appena una lunghezza di distanza dalla capolista Grosseto.

Pagliuca deve fare a meno di metà difesa: non c’è Prete e al centro del reparto arretrato va Di Renzone. Ma manca soprattutto Becagli, il sostituto naturale sarebbe Calabrese ma è ai box pure lui e, dunque, sulla fascia sinistra prende posizione Chelini. In avanti fiducia a Fornaciari, dopo la buona prova in Coppa Italia con il Tuttocuoio, in tandem con Tehe. Nel San Donato Tavarnelle rientra Salvadori in difesa, dopo la squalifica, e a centrocampo c’è Koci in posizione di mezzala destra.

Gli ospiti partono meglio e al 6’ si rendono pericolosi con una punizione di Di Santo smanacciata in angolo da Mariani. Bastano dieci minuti, però, all’Fc Ponsacco 1920 per prendere le misure ai gialloblù e cominciare a dettare il ritmo, complici anche l’architetto Caciagli davanti alla difesa e un Papi particolarmente ispirato, veri e propri dominatori del centrocampo. Al 20’ sale in cattedra proprio il numero dieci rossoblù che illumina per Fornaciari e poi va a chiudere il triangolo sparando a fil di palo dai sedici metri. La “banda Pagliuca” aumenta ancora la pressione e al 26’ passa in vantaggio: Raimo affonda sulla fascia destra e dal fondo lascia partire un cross radente su cui si avventa Tehe che, di piatto, la piazza nell’angolino alla destra di Cucchiararo. La reazione del San Donato è tutta in un’incornata di Zuppardo al 33’, su cross di Di Mascio, che finisce fra le braccia di Mariani. Perchè dopo è un monologo rossoblù: la “banda Pagliuca’’, infatti, lascia il piede schiacciato sull’acceleratore e in chiusura di tempo sfiora per due volte il raddoppio, sempre con Fornaciari su cui si supera per due volte Cucchiararo: al 39’ il portiere chiantigiano si allunga al massimo e con la punta del piede devia in angolo il diagonale dell’attaccante, innescato da Papi, e quattro minuti dopo si ritrova il pallone addosso dopo il guizzo dell’undici di casa che, ispirato da uno straripante Tehe, anticipa tutti in spaccata.

Il primo tempo, comunque, si chiude con il vantaggio minimo per l’Fc Ponsacco 1920. Nelle ripresa l’allenatore del San Donato Venturi corre ai ripari: getta nella mischia Nassi per Di Mascio e inverte la posizione dei due esterni d’attacco. Il rischio più grande, però, la “banda Pagliuca’’ lo corre su un errore di gioventù dell’ottimo Mariani: al 13’, infatti, il portiere di casa, in fase di disimpegno perde palla a vantaggio di Kernezo e dopo è costretto a stenderlo proprio al momento di entrare in area. Dal dischetto, però, Di Santo opta per la potenza a discapito della precisione e spara sopra la traversa. Così, cinque minuti dopo, i padroni di casa raddoppiano. Show di Apolloni che lascia sul posto un paio di avversari, resiste ad altrettante cariche e dal fondo pesca Tehe nel cuore dell’area avversaria. Il quale dal canto suo, si libera del diretto marcatore con un paio di finte e poi la piazza di precisione nell’angolino dove proprio Cucchiararo non può arrivare.

A quel punto il San Donato sbanda e i padroni di casa potrebbero dilagare ma il più bel Papi di questo primo scorcio di campionato non è fortunato in fase conclusiva: al 25’ ci prova dal limite, dopo l’ennesima progressione di Tehe, ma la palla sfila di poco a lato e al 29’ è strepitoso nell’addomesticare con la testa un lancio di Mazroui presentandosi a tu per tu con il portiere chiantigiano, ma al momento di concludere scivola e calcia di poco a lato. Dal gol sbagliato a quello subito il passo è breve: al 35’, infatti, in una delle rare occasioni in cui il San Donato si è fatto vivo dalle parti di Mariani, Di Santo pesca il jolly e da limite insacca nell’angolino facendosi parzialmente perdonare l’errore dal dischetto.

Il paradosso, però, è che la rete subita, carica ulteriormente la “banda Pagliuca” che cinge d’assedio il fortino ospite sfiorando il gol prima con Noccioli, che da distanza ravvicinata conclude addosso al portiere, e poi con Tehe che prova il piazzato di piatto dal limite  sfiorando il palo. Al 41’, però, Noccioli, che a metà ripresa era subentrato a Fornaciari, spara in diagonale, sigla il punto del definitivo 3-1 e fa esplodere il Comunale. Ora è davvero finita anche se subito dopo il terzo gol l’arbitro Gemelli di Messina crede di cogliere qualche parola di troppo in una discussione fra Pagliuca e Di Santo e li espelle entrambi.

 

FC PONSACCO 1920 – SAN DONATO TAVARNELLE 3-1

 

FC PONSACCO 1920: Mariani; Raimo, Di Renzone, Balduini, Chelini; Mazorui, Caciagli, Degl’Innocenti (dal 17’st Apolloni); Papi; Tehe (dal 48’st Aufiero), Fornaciari (dal 23’st Noccioli). A disp. Bartolozzi, La Prova, Pelliconi, Autieri, Lenzi. All. Pagliuca.

SAN DONATO TAVARNELLE: Cucchiararo; Ciurli, Zambarda, Salvadori, Di Mascio (dal 1’st Nassi); Koci (11’st Pino), Zagaglioni (dal 26’st Brenna), Gemignani; Kernezo, Zuppardo (11’st Masini), Di Santo. A disp. Nannella, Bruni, Monticelli, Favilli, Montini. All. Venturi.

ARBITRO: Gemelli di Messina

RETI: pt 26’  e st 19’ Tehe; st 35’ Di Santo, 41’ Noccioli

By