Serie D. Il Ponsacco batte (2-1) lo Scandicci e torna al successo dopo un mese

PONSACCO – L’Fc Ponsacco 1920 ritrova la vittoria che mancava da oltre un mese, esattamente dal 16 dicembre (4-1 sul Real Forte Querceta) e dimezza lo svantaggio dalla battistrada GhiviBorgo, bloccata su pari sul campo del Tuttocuoio. Per riuscirci, però ha dovuto soffrire le proverbiali sette camicie, stringere i denti al cospetto di uno Scandicci affamato di punti salvezza e aggrapparsi alle qualità e all’esuberanza dei suoi giovani: il portiere De Carlo nel primo tempo, 19 anni il prossimo 29 marzo e autore di tre interventi da antologia. E Semprini nella ripresa, 20 anni ad aprile, attaccante di lotta e di governo, autore del gol che ha chiuso la partita.

Colombini opta per una mediana tutta esperienza e personalità, gettando dentro dall’inizio Mariani, insieme  a Caciagli e Negri e lancia dal primo minuto l’ex capitano della Primavera dell’Empoli Becagli, arrivato in rossoblù una decina di giorni fa.  La partenza, però, è da brivido: dopo dieci minuti, infatti, Ferretti cade in area a contatto con Mazzanti e l’arbitro indica il dischetto. Ma De Carlo è in stato di grazia: vola alla sua sinistra e respinge in angolo la conclusione del centravanti ospite. L’Fc Ponsacco 1920 soffre e fatica a costruire gioco ma la prima volta che si affaccia dalle parti di Martinelli passa in vantaggio (16’) grazie ad un colpo di testa di Colombini su angolo di Caciagli su cui irrompe Brega che sottomisura, insacca il 17esimo sigillo stagionale. C’è da sudare, però, per rimanere a galla contro uno Scandicci affamato di punti salvezza e  che per tutto il primo tempo schiaccia i rossoblù nella propria metà campo, guidato da Sinisgallo e Pietrobattista in cabina di regia. E soprattutto c’è bisogno delle prodezze di De Carlo, il portiere arrivato ad inizio gennaio dall’Empoli. Che, dopo aver parato il rigore, all 22’ vola nell’angolino alla sua sinistra e spinge fuori dalla rete una punizione con il contagiri di Martini. E al 44’ si allunga e smanaccia sulla traversa una conclusione improvvisa dai venti metri di Pietrobattista. Così gli uomini di Colombini vanno a riposo in vantaggio di una rete.

L’allenatore rossoblù, però, all’inizio della ripresa corre ai ripari inserendo prima (al 7’ della ripresa) Zorica per Doveri e poi (16’) Castorani per Mariani e la musica cambia. Perché i rossoblù guadagnano campo e gli ospiti accusano stanchezza: così prima (23’) Semprini viene murato al momento di concludere dopo un bello spunto di Zorica, poi (26’) l’attaccante viene steso in area ma l’arbitro lascia correre. Diametralmente opposta, invece, la valutazione del direttore di gara al 34’ quando Vinci ferma con la mano in area un cross di Castorani: dagli undici metri, però, lo sfortunatissimo Brega scivola sul piede d’appoggio al momento di tirare e calcia a lato. E un  minuto dopo lo Scandicci andrebbe anche in gol ma quando Bragadin insacca, dopo una percussione sulla destra di Poli, è in fuorigioco. L’Fc Ponsacco 1920, però, insiste e al 37’ va di nuovo vicino al raddoppio con Negri che calcia alto da distanza ravvicinata. Ma al 43’ gli sforzi dei padroni di casa sono premiati grazie a una staffilata di Semprini che non lascia scampo a Martinelli. Sembra finita e invece lo Scandicci accorcia le distanze al 47’ con una sassata di Sinisgallo. Però è davvero troppo tardi.

FC PONSACCO 1920 – SCANDICCI 2-1

FC PONSACCO 1920: De Carlo; Tazzer (dal 48’st Gremigni), Colombini, Mazzanti, Becagli (dal 38’st Lici); Negri, Caciagli, Mariani (dal 16’st Castorani); Doveri (dall’ 8’st Zorica); Brega, Semprini. A disposizione: Bulgarelli, Matteoni, Caruso, Benericetti. All. Colombini.

SCANDICCI: Martinelli; Vinci, Pezzati, Manganelli, Giampà (dal 39’st Campagna); Poli, Sinisgallo, Pietrobattista; Martini (dal 27’pt Saccardi);  Ferretti (dal 21’st Pecchioli), Bragadin. A disposizione: Timperanza, Gelli, Luka, Cauterucci, Bigica, Frascadore,. All. Davitti.

ARBITRO: Crescenti di Trapani

RETI: 16’ Brega; 88’ Semprini, 92′ Sinisgallo

NOTE: Angoli: 3-6. Recupero pt 1’; st 4’. Ammoniti Mazzanti, Doveri, Pietrobattista, Colombini

 

By