Settimana delicata in casa Ascoli, tra problemi tecnici ed economici. I giocatori potrebbero raggiunge Pisa in auto

PISA – Momento delicato in casa Ascoli dopo la sonora sconfitta in casa contro il Lecce. Ma non c’è solo il campo a preoccupare i tifosi marchigiani, ma bensì i problemi societari che attanagliano uno dei club più blasonati del calcio italiano, come spiega il giornalista del Resto del Carlino Luigi Mancini, intervenuto telefonicamente alla trasmissione Ale’ Nerazzurri in onda ieri sera su Telecentro 2.

C’ e da dire che la sconfitta con il Lecce ha allargato a macchia d’olio tutti i problemi della società marchigiana, che comunque e’ in evidente difficoltà economica prima che tecnica.

“I giocatori non possono che risentirne – spiega Luigi Mancini – leggendo i giornali o comunque sentendo al di fuori dal campo gli umori generali della piazza. Una piazza ferita da queste ultime due stagioni che sono culminate con la retrocessione in serie C e che facevano presagire già dal pre-campionato di quest’estate ad un torneo in tono minore dell’Ascoli”.

Il giornalista marchigiano rivela: “Ci sono grossi problemi economici, infatti l’ormai ex allenatore Rosario Pergolizzi aveva contribuito a pagare l’albergo in una trasferta. A mettere soldi di tasca propria. Il tutto fa capire la situazione attuale della società”.

In vista della trasferta di Pisa umore sotto i tacchi e una notizia che acuisce ancor di più la crisi economica dei marchigiani: “Si parla – dice Luigi Mancini – anche di una possibile trasferta in auto da parte dei giocatori per la trasferta a Pisa. La societa’ ha grossi problemi con le ditte di trasporti di Ascoli. E’ in causa con la maggior parte delle ditte”. Una situazione alquanto difficile – aggiungiamo noi – anche se i nerazzurri non devono abbassare la guardia perché queste sfide possono rivelarsi molto pericolose.

Due brevi battute anche sull’arrivo di Bruno Giordano sulla panchina marchigiana che sembra sia stato mal digerito dai tifosi bianconeri, che in una trasmissione radiofonica sull’emittente Latte e Miele – rivela Mancini – hanno intimato di fermare le macchine in partenza per Pisa”. Insomma una situazione imbarazzante per una piazza storica che merita sicuramente altri palcoscenici. I tempi del presidente Rozzi sono davvero lontani.

20131029-085046.jpg

By