Come il settore edile può mettere a rischio le spiagge

PISA – L’impatto ambientale dell’uso di sabbia del settore edile sarà un argomento molto discusso nel prossimo futuro, soprattutto a fronte dell’uso massiccio che se ne sta facendo nell’ultimo decennio.

Le estrazioni di sabbia marina stanno riducendo l’estensione delle coste, portando al rischio di una totale scomparsa del bagnasciuga nell’arco dei prossimi cento anni.

Inoltre, dato l’interesse generato da questa materia prima, la criminalità organizzata ha dato vita ad un mercato nero ancora difficile da stimare, non curante dei danni ambientali e delle vittime che si lascia dietro.

In molti stanno lavorando per trovare una via d’uscita a questo problema, che ha bisogno di una politica ambientale che sappia farsi carico di una crisi ambientale di non facile risoluzione. Tra le proposte avanzate, in alternativa all’uso di sabbia, ci sono addirittura vetro e argilla, materiali che hanno già prodotto buoni risultati in passato.

Per avere una panoramica su questo problema si può consultare l’infografica realizzata da TradeMachines.

By