Si chiude con successo il “Settembre Sangiulianese”

SAN GIULIANO TERME – Chiuso il sipario sul Settembre Sangiulianese, è tempo di bilanci. Un’edizione 2020 che si è dovuta adattare alle misure anti Covid-19 e ha costretto gli organizzatori ad adattarsi alle norme e a farle rispettare dal pubblico, che ha scelto di non rinunciare a una proposta culturale varia e diffusa su tutto il territorio di San Giuliano Terme, in grado di spaziare tra musica, letteratura, teatro e cultura locale.  Di seguito gli interventi e i commenti degli organizzatori e delle istituzioni.

Andrea Vescio e Gabriele De Luca, rispettivamente direttore artistico e presidente dell’associazione TheThing Promozione Eventi, che ha organizzato in collaborazione con il Comune di San Giuliano Terme l’edizione 2020 del Settembre Sangiulianese e che gestisce il Teatro Rossini di Pontasserchio: “I ventiquattro eventi proposti al pubblico hanno fatto registrare pressoché ovunque il tutto esaurito. Crediamo non si sia trattato solo dell’effetto Covid-19, che ha costretto i professionisti del settore a rivedere per difetto il numero dei posti, ma possiamo dire con certezza che l’offerta culturale del cartellone 2020 ha convinto le persone e le ha fatte uscire di casa per vivere, nel rispetto delle regole, esperienze condivise. Siamo molto soddisfatti del risultato della rassegna: da un punto di vista organizzativo, la sinergia con il Comune di San Giuliano Terme è stata ottima: il Comune, in una fase oggettivamente complessa come quella attuale, ha deciso di scommettere sulla cultura come fattore di ripresa, e lo ha fatto mettendosi in gioco in prima persona, lavorando fianco a fianco con la nostra associazione per la realizzazione degli eventi. La sinergia è stata forse l’elemento centrale di tutta la rassegna: non possiamo non citare e ringraziare anche le associazioni Pisa Jazz e Pisa Folk.

Mettendo insieme le forze è stato possibile infatti accrescere il livello dell’offerta contenendo i costi. Tutto questo, crediamo, dimostra che non solo è possibile fare cultura in sicurezza, ma che proprio dalla cultura è possibile ripartire”.

Lo abbiamo ricordato spesso durante questa edizione – commenta la vicesindaca con delega alla cultura, Lucia Scatena -: organizzare un evento come il Settembre Sangiulianese in questo momento storico non era affatto scontato. Abbiamo scelto di non far mancare questa proposta culturale molto attesa dalla cittadinanza, dando respiro anche all’indotto economico della cultura, che ha ricadute positive sia sul territorio che sugli artisti che fanno parte del cartellone. Valore aggiunto è stato lo spirito di squadra e la capacità di tutti di mettersi a disposizione del Settembre, curandone ogni aspetto. Nel Settembre Sangiulianese 2020 hanno trovato spazio anche momenti se vogliamo istituzionali: penso all’inaugurazione del Centro Monte Castellare (con l’associazione Arcadia, che lo ha preso in gestione), alla Festa della Rocca di Ripafratta e del suo territorio (con l’associazione Salviamo la Rocca), all’inaugurazione del percorso didattico sulla Costituzione al Parco del Partigiano “Uliano Martini” di via dei Condotti (con l’Anpi), alla celebrazione itinerante per il 2 settembre, anniversario della liberazione di San Giuliano Terme dal nazifascismo, fino alla serata in onore e ricordo del professor Franco Mosca (con la Fondazione Arpa), momento straordinariamente toccante che ha unito ancora di più la nostra comunità. Un’altra fase del Settembre Sangiulianese 2020 a cui ho tenuto particolarmente è la settimana dedicata alle presentazioni dei libri: abbiamo avuto ospiti conosciuti, come Massimo Cacciari, Massimo Carlotto e Diego De Silva, e altri che si sono rivelati piacevoli scoperte e conferme, come Roberta Seneghini, Virginia Volpi, Massimo Bucciantini e Roberto Spandre. Ringrazio TheThing per la professionalità e la qualità della programmazione a cui abbiamo contribuito, e tutte le associazioni che hanno condiviso con noi le loro proposte culturali, come Fanny Mendelssohn, Gente de’ Bagni, Pisa Folk, Pisa Jazz, Molina mon amour, Gaddi Danza, il Centro Commerciale Naturale per Enigmando e la Proloco di San Giuliano Terme per il concorso di pittura e Antiqua“.

Il Settembre Sangiulianese, fiore all’occhiello del nostro territorio – conclude il sindaco Sergio Di Maio -, è stato più forte del Covid e soprattutto capace di offrire alle persone spettacoli, presentazioni di libri ed eventi in tutta sicurezza, perché la salute è la prima cosa in assoluto. Ringrazio tutte, ma davvero tutte, le persone che si sono adoperate per la buona riuscita della manifestazione, perché di buona riuscita si può assolutamente parlare. Il Settembre Sangiulianese cresce ed è nostra intenzione fare sempre meglio in futuro, favorendo e aumentando il forte legame che ha con San Giuliano Terme e le persone“.

By