Si conclude con 5.000 persone in Piazza dei Cavalieri la dodicesima edizione di Pisa Folk

PISA – Un grande finale in Piazza dei Cavalieri con oltre 5000 persone presenti per assistere al concerto dell’Orchestra Popolare della Notte della Taranta. Si è chiusa così la dodicesima edizione del Pisa Folk Festival che ha visto un gran numero di ospiti giunti da tutta Italia per raccontare, recitare e cantare le tradizioni del nostro Paese.

Come di consueto, l’Associazione Pisa Folk ha proposto un calendario ricco di eventi cercando di rendere questo 12° Pisa Folk Festival un appuntamento centrale della programmazione culturale pisana. «Siamo orgogliosi di aver riportato la musica in Piazza Dei Cavalieri, di aver potuto riaprire questa Piazza, cuore della vita cittadina, ad un evento culturale di richiamo nazionale. Per noi si tratta di un obiettivo raggiunto, che ci spinge a portare avanti con sempre maggior forza e convinzione quei principi cardine posti nel nostro statuto associativo quali l’integrazione e l’aggregazione cittadina. Proseguendo sulla strada tracciata da dodici anni di storia, continueremo a portare il Festival in tutti quei luoghi che riteniamo importanti incubatori della cultura in città: piazze, teatri, spazi universitari». Queste le parole del Presidente dell’Associazione Pisa Folk, Maurizio Albanese, che prosegue sottolineando l’importanza della collaborazione con tutte quelle realtà che credono nel progetto portato avanti dall’Associazione di cui è presidente: «Ogni anno ripresentiamo il nostro progetto, le novità che intendiamo apportare alla programmazione, nel tentativo di coinvolgere il tessuto associativo e quello istituzionale. Le numerose collaborazioni e i rapporti instaurati durante questi anni non rappresentano soltanto un mezzo, ma il fine stesso di un’Associazione come la nostra, che vuol rendere i suoi appuntamenti un patrimonio di tutta la città».

Due gli spettacoli teatrali inseriti in programmazione: Veneti Fair di e con Marta Dalla Via e Maggio Folk de I Sacchi si Sabbia. Hanno aperto la due giorni in Piazza Dei Cavalieri la Compagnia Balinzè e l’Antico Gruppo di Villa Castelli. Il 31 maggio, ultimo giorno di Festival, si è discusso di “Eventi culturali ed economia del territorio. Quando con la cultura ‘si mangia’ “, per poi chiudere con il grande concerto finale dell’Orchestra Popolare della Notte della Taranta.

Alla realizzazione di questa dodicesima edizione del Festival hanno contribuito il Comune di Pisa, l’ARDSU Toscana, l’Univeristà di Pisa, Sinistra per…, Ritmi Meridiani, I Sacchi di Sabbia, Confersercenti Pisa. L’iniziativa è stata inoltre patrocinata dalla Provincia di Pisa. Chiuso questo Pisa Folk Festival, l’appuntamento è per dicembre. Dopo il successo del primo Autunno in Folk ci sono infatti tutti i presupposti per riproporre l’iniziativa nel corso della prossima stagione. www.pisafolk.org

20140604-154345.jpg

By