Si concludono gli spettaccoli di “Sonata di Mare”

PISA – La musica come “lingua” che unisce (al di là delle differenze del rispettivo vocabolario nazionale) un insieme di territori diversi ma già “parlanti” fra loro attraverso tratti di costa affacciati su acque comuni. Questo il senso, e l’ambizione, di “Sonata di Mare”, iniziativa che raccoglie, in un unico cartellone, alcuni spettacoli inseriti nei grandi festival del “quadrante alto tirrenico” (Toscana, Corsica, Sardegna e Liguria): per mettere in evidenza, proprio mediante le sonorità (delle produzioni tradizionali, ma anche moderne), i legami culturali e antropologici esistenti in quel bacino. All’orizzonte, un obiettivo di ampio respiro: dare ulteriore impulso alla creatività, al dialogo sociale, alla costruzione di identità complesse, alla promozione turistica delle aree interessate. Finanziato dall’Unione Europea, il progetto è affidato a un pool di enti decentrati: le Province di Pisa, Grosseto (capofila), Livorno, Massa Carrara, Lucca e Savona; il Comune di Berchidda (Sardegna); la Regione Corsica. A livello locale, il Festival coinvolto è “Musicastrada”, il cui direttore artistico Davide Mancini ha presentato il programma, insieme, appunto per la Provincia di Pisa, all’assessore Silvia Pagnin. “Quattro le date in agenda”, spiegano, “nell’arco di questi tre mesi: giugno, luglio, agosto. E di volta in volta abbiamo una proposta caratterizzata da una ben precisa connotazione, in ordine alla specificità sia delle espressioni stilistiche, sia delle tematiche al centro delle varie giornate”. Dopo i primi tre appuntamenti (Pisa, 22 giugno, “Gli Etruschi: gli strumenti e la loro musica”; Buti, 14 luglio, “La vocalità corsa e quella toscana”; Vicopisano, 26 luglio, “Radio Libertaire”), questo il prossimo e ultimo spettacolo (sempre a ingresso libero e gratuito: per informazioni 050-929.976; www.musicastrada.it) presente nel calendario di “Sonata di Mare 2013”. Venerdì 2 agosto. A Pontedera, piazza Trieste, ore 21.45: “Storie transfontaliere di voce, percussioni e strumenti”. In pedana, con la partecipazione del percussionista Philippe Biondi, ospite speciale dalla Corsica, la formazione di “Orchestrada”, la piccola orchestra di Musicastrada (jazz, folk, world music), che presenta la propria produzione originale per il progetto “Sonata di Mare”.

 

By