Sicurezza. Bargagna replica a Veronese: “Prima si documenti poi parli”

PISAAlessandro Bargagna in qualità di Capogruppo della Lega del Consiglio Comunale di Pisa risponde alle accuse di Antonio Veronese (Lista Civica di Opposizone).

“La nostra politica sulla sicurezza ci ha permesso di governare la nostra nazione con buonsenso e passando dalle parole ai fatti grazie al nostro Capitano Matteo Salvini, Vicepremier e Ministro dell’Interno, che sta cambiando la storia del nostro paese e sta ottenendo consensi dal Trentino Alto Adige alla Sicilia. Ritengo che il consigliere di opposizione Antonio Veronese prima di lasciare simili dichiarazioni
dovrebbe informarsi dalla Prefettura dei dati sui reati denunciati e commessi sul territorio comunale di Pisa e non basarsi su percezioni dei suoi collaboratori e neppure sui dati statistici del Sole 24 Ore che si riferiscono all’anno 2017.

A Pisa, ci ha garantito Matteo Salvini, arriveranno agenti di Polizia, Carabinieri e Finanziari che
rinforzeranno e reintegreranno gli organici, inoltre ricordo che il Comune di Pisa ha indetto un bando per l’assunzione di nuovi vigili urbani perché l’obbiettivo della nostra amministrazione è arrivare a garantire ai cittadini anche il turno notturno della Polizia Municipale per un
presidio del territorio 24 ore su 24 per 365 giorni l’anno.

Il consigliere Veronese non si deve rammaricare se non è riuscito a convincere i cittadini pisani
perché il popolo pisano ha premiato la Lega perché è l’unica forza politica che pensa davvero prima agli italiani ed al rispetto delle regole. Le nuove ordinanze stanno portando frutti, sicuramente ci vorrà tempo, ma siamo sulla strada buona perché stiamo smantellando gli accampamenti abusivi e stiamo cercando di arginare i
fenomeni di malamovida. Non accettiamo altresì confronti con la precedente amministrazione comunale visto che negli
ultimi 10 anni non è riuscita a fare niente sul tema della sicurezza se non lettere al Ministero dell’Interno invocando l’aiuto del loro Ministro che oltretutto non ha mai dato una risposta
concreta alle esigenze del nostro territorio.

Il nostro Capitano Matteo Salvini ma anche i nostri parlamentari On. Edoardo Ziello, On. Donatella Legnaioli e la Senatrice Rosellina Sbrana lavorano ogni giorno per Pisa ed i risultati
sono sotto gli occhi di tutti: milioni di euro dal governo per monumenti, infrastrutture con un grande piano di sicurezza urbana integrata per la zona della stazione centrale di Pisa che
porterà un presidio costante di più forze dell’ordine che avranno l’ausilio di più telecamere di video sorveglianza.

Il Sindaco Michele Conti e l’assessore alla Sicurezza Giovanna Bonanno stanno facendo un ottimo lavoro e sono sempre per le strade, tra la gente, ai mercati, sul litorale e nei quartieri per capire le reali problematiche che lamentano i cittadini pisani e per trovare le soluzioni idonee per garantire la sicurezza, il decoro ed il rispetto delle leggi. Concludo invitando il consigliere di opposizione Veronese a documentarsi prima di rilasciare
simili dichiarazioni ma soprattutto deve saper argomentare e fornire dati certificati e reali ai cittadini per evitare la costruzione sociale dell’insicurezza introducendo delle ansie esistenziali che poi prendono la forma del sospetto e dell’ostilità”.

By