Sicurezza, la riorganizzazione continua. Il punto dopo un anno di lavoro

PISA – Una lotta difficile, quella per la sicurezza dei cittadini a contrasto della microcriminalità e del degrado, che la nuova amministrazione comunale è ben decisa a risolvere in proprio favore, come partecipato agli organi di informazione nel corso della conferenza stampa svoltasi presso la sala stampa del Comune di Pisa.

di Giovanni Manenti 

In tale ottica, si è cercato di riorganizzare il Servizio di Polizia Municipale sia attraverso le recenti nuove assunzioni che con l’ottimizzazione degli incarichi, individuando quattro zone – Stazione, Duomo, Centro Storico e Litorale – su cui concentrare maggiormente le relative attività, istituendo quindi un report a cadenza mensile per verificare e monitorare i risultati ottenuti.

Alle attività normalmente svolte si è aggiunta la costituzione di una unità cinofila (costituita da 3 agenti e da 2 cani) che entrerà in funzione quanto prima ad avvenuta formazione del citato personale, mentre un appello è stato altresì rivolto ai singoli cittadini per debellare altre piaghe quotidiane, quali il furto di biciclette ed il fenomeno del bullismo giovanile, specie all’interno delle scuole. Sul primo punto è stato creato un indirizzo e-mail bicirubate@comunedipisa.it con cui si invita ogni cittadino oggetto di furto a voler tempestivamente segnalare il fatto, compresa la descrizione più minuziosa possibile del veicolo (meglio se corredata da foto dello stesso), mentre sul secondo versante sono in corso sia visite da parte della Polizia Giudiziaria presso i vari Istituti Secondari al fine di sensibilizzare i Dirigenti scolastici sul non trascurare tale problematica, per la quale molti di loro hanno attivato all’interno delle singole strutture corsi di formazione per i docenti tesi a far loro riconoscere per tempo i primi sintomi di un tale atteggiamento persecutorio verso uno o più studenti, facendo altresì comprendere come un Istituto che sia in grado di evidenziare un tale aspetto al proprio interno ne fa una pubblicità positiva anziché opposta, come si potrebbe credere, in quanto le famiglie si renderebbero conto che un proprio figlio lì iscritto sarebbe più tutelato.

In ultimo, proprio nello spirito di collaborazione tra i cittadini e le Istituzioni, sta procedendo l’iter per l’istituzione del servizio denominato “Sguardo di vicinato” mediante il quale ogni singolo residente potrà effettuare segnalazioni di eventuali casi sospetti alle forze dell’ordine.

“Abbiamo cercato in questo anno di riorganizzare al meglio il Corpo di Polizia Municipale – afferma il Sindaco Michele Conti – iniziando con l’incremento degli organici per contrastare l’illegalità e la micro criminalità in città, certificata attraverso una reportistica per valutare l’esito delle attività a contrasto principalmente nei confronti del degrado in Zona Stazione, per poi incrementare l’attenzione sui borseggi sugli autobus e quindi concentrarci sull’abusivismo commerciale sia in Piazza del Duomo che sul litorale, senza trascurare il sequestro di merce contraffatta, il tutto per ridare a Pisa una faccia di legalità rispetto a come la avevamo ereditata dalla precedente Giunta”.
“Grazie ai nuovi assunti tra i Vigili Urbani – afferma l’assessore alla sicurezza Giovanna Bonanno – abbiamo potuto rafforzare i servizi di sorveglianza nei luoghi nevralgici cittadini, mantenendo due unità giornaliere dalle 7 alle 23 presso il presidio di viale Gramsci, per poi creare anche una specifica unità cinofila nell’ambito della lotta allo spaccio di droga nel centro cittadino”.

“Con i presidi alcuni fissi ed altri mobili, abbiamo preso maggiore conoscenza delle problematiche cittadini, afferma il comandante della Municipale Michele Stefanelli – potendo quindi agire sui fenomeni di maggiore criticità, a cominciare dal servizio in borghese sulla Linea della Lam Rossa per contrastare il fenomeno del borseggio, continuando nell’attività di sequestro di merce contraffatta, orientandoci in questo periodo maggiormente sul litorale per i giocattoli venduti in spiaggia, il tutto per confermare che per l’attività a tutto campo stiamo impiegando ogni risorsa disponibile con la speranza di poter ottenere i risultati che ci siamo prefissi di raggiungere”.

By