Silp CGIL: “Arrestati e trattenuti in camera di sicurezza non idonea”

PISA – La Segreteria del Sindacato di Polizia Silp per la Cgil di Pisa ha chiesto in questi giorni al Ministero dell’Interno di fare chiarezza sull’utilizzo che sta facendo il Questore di Pisa Dr.Bernabei, della locale Camera di Sicurezza la quale, benché dichiarata inagibile dalla Questura di Pisa, continua ad essere utilizzata per “ospitare” persone arrestate.

Il nostro intervento sindacale è finalizzato ad evitare che in mancanza di nuova specifica disposizione, qualcuno possa far ricadere sul personale operante la responsabilità di aver trattenuto in luogo inagibile persone sottoposte a provvedimenti restrittivi della propria libertà personale.

Quindi il paradosso è che la camera di sicurezza per disposizione del Questore non può ospitare persone arrestate ma nello stesso tempo la medesima autorità che nel 2012 ne vietò l’utilizzo, da sempre ne consente l’uso. A ciò si aggiunge che ad oggi il Questore Bernabei, oltre a non rispondere alle nostre richieste che si ripetono da otto mesi, non ha emanato alcuna disposizione al riguardo.

Naturalmente non vorremmo mai che potesse verificarsi quanto accaduto lo scorso anno in Friuli ove l’Autorità Giudiziaria indagò per sequestro di persona e omicidio colposo gli operatori della Polizia di Stato deputati alla vigilanza di un arrestato che si era tolto la vita all’interno di una camera di sicurezza dichiarata, come quella della Questura di Pisa, non idonea.

Infine non è da escludere che figure riconosciute dalla norma, quali i Garanti Regionali, Provinciali o Locali per i diritti dei detenuti, possano chiedere di effettuare colloqui con chi si trova detenuto in quegli ambienti o che possano visitarli, peraltro senza chiedere alcuna autorizzazione, secondo quanto disposto dagli artt. 18 e 67 dell’ordinamento penitenziario.

Dopo il nostro intervento sindacale, indirizzato al Ministero dell’Interno, auspichiamo che venga chiarita la questione che vede interessata la responsabilità degli operatori di polizia da un lato, e quella di uno Stato che non può non garantire le regole fondamentali sul diritto umanitario agli “ospiti “ dall’altro.

Fonte: Claudio Meoli – Segretario Silp Cgil Pisa

20130811-113747.jpg

You may also like

By