Il Silp Cgil chiede alle Questure di Pisa e Livorno l’utilizzo della moto d’acqua sul litorale pisano

PISA – Le segreterie provinciali di Pisa e Livorno del Sindacato della Polizia di Stato Silp Cgil, in previsione dell’imminente stagione estiva, hanno chiesto al Questore di Livorno e di Pisa di adoperarsi affinché possa essere esteso al litorale della provincia di Pisa, nonché all’area del Porto di Marina di Pisa, il servizio di pattugliamento costiero/balneare svolto dalla Squadra Nautica della Questura di Livorno a bordo delle moto d’acqua recentemente acquistate dal Ministero dell’Interno.

La predisposizione di tali servizi in ambito marittimo e costiero non potrebbe che incrementare la sicurezza dei bagnanti e dei turisti nonché il controllo ravvicinato della costa, tanto più che quella pisana, contraddistinta da spiagge e non da scogliere, si presta agevolmente per gli interventi via mare del personale della Polizia di Stato che opera a bordo di queste potenti moto d’acqua che hanno una cilindrata di 1800 cc. e oltre 200 cavali di potenza.

Questi acquascooter di nuova generazione si stanno quindi rilevando molto utili per il pattugliamento estivo, in particolare nella fascia di mare vicina alla spiaggia, in quanto consentono sia di arrivare rapidamente fin sulle spiagge nonché di soccorrere chi si trova nei tratti di mare prossimi alla costa.

Il nostro auspicio è quindi che il Questore di Livorno e di Pisa, a seguito della nostra richiesta, si attivino rapidamente per poter estendere il pattugliamento marittimo della Polizia, al momento svolto solo sulla costa livornese, anche al tratto di mare prospiciente Calambrone, Tirrenia e Marina di Pisa.

By