Silp Cgil: “Continua l’uso illecito della camera di sicurezza del carcere”

PISA – La camera di sicurezza della Questura di Pisa, ambiente nel quale vengono trattenute le persone arrestate, dal 2012 è stata dichiarata dalla stessa Questura inagibile.

La Segreteria di Pisa del Silp per la Cgil, rilevato che invece il Questore di fatto consentiva il suo utilizzo (in otto mesi la cella ha ospitato decine di arrestati tanto che periodicamente veniva disinfestata), ha chiesto, dall’inizio dell’anno 2013, ben quattro volte al Questore – Dr.Gianfranco Bernabei – di intervenire al riguardo.

Dopo l’ennesimo sollecito, una volta interessato il Ministero dell’Interno e le redazioni giornalistiche della questione, dopo pochi giorni il Questore finalmente ci ha risposto confermandoci l’inagibilità di quell’ambiente.

In considerazione di ciò gli chiedevamo di attivarsi affinché tale ambiente venisse materialmente interdetto, ma il Questore nel ritenere di non diramare alcuna disposizione al personale, di fatto ha consentito che i colleghi, ignari della questione, ad oggi continuino ad usare quella stanza per trattenervi gli arrestati.

Ritenendo tale condotta censurabile oggi stesso abbiamo investito del perdurare della criticità il Ministero dell’Interno, chiedendo contestualmente al Questore un necessario ed oramai improcrastinabile atto di responsabilità chiarendo le proprie intenzioni in merito alla questione. Tutto questo al fine di dare certezze ed evitare di far ricadere sul personale operante responsabilità non proprie che possono derivare per aver trattenuto in luogo inagibile persone sottoposte a provvedimenti restrittivi della propria libertà personale.

20130904-143442.jpg

By