Sit-in dei dipendenti Misericordia alle nuove strutture sportive al Cep: “La responsabilità dei nostri licenziamenti è del Vescovo”

PISA – Sit-in degli operai della Misericordia di Pisa all’inaugurazione delle nuove strutture sportive al Cep, che hanno manifestato il loro dissenso per i licenziamenti previsti con striscioni e slogan di protesta.

Quaranta operai entro la fine di giugno riceveranno la lettera di licenziamento.

“Le responsabilità dei nostri licenziamenti – dice un gruppo di lavoratori della Misericordia con toni abbastanza accesi – sono del Vescovo che sta provando a cancellare 800 anni di storia, penalizzando la cittadinanza a cui verrà meno un servizio importante. Il bilancio della Misericordia – proseguono – che è stato approvato è stato manomesso e votato da volontari e soci ed è stato comunicato ai dipendenti stipendiati, con degli annunci ai limiti della visibilità, senza nemmeno spedirlo a domicilio, come sarebbe nelle regole fare. Le deleghe di voto dei volontari inoltre – proseguono i lavoratori – non sono state firmate con documenti ufficiali”.

Domattina intanto è previsto un altro sit-in di protesta per i lavoratori della Misericordia che si daranno appuntamento alle 11.30 in Piazza Arcivescovado.

GLI STRISCIONI DI PROTESTA APPESI LUNGO LA RETE DELLA NUOVA STRUTTURA SPORTIVA AL CEP (FOTO PISANEWS – VIETATA LA RIPRODUZIONE)

20130511-204228.jpg

20130511-204253.jpg

20130511-204318.jpg

20130511-204342.jpg

20130511-204409.jpg

You may also like

By