I siti Unesco della Toscana a Pisa per una giornata studi sull’accoglienza

PISA – Si sono ritrovati a Pisa i referenti istituzionali dei siti Patrimonio Unesco della Toscana per una giornata di formazione dedicata al tema dell’accoglienza del pubblico.

L’incontro, in sala Baleari a palazzo Gambacorti, ha affrontato il tema del marketing dell’accoglienza e la messa a punto di un modello di visitor center per i sette siti della Toscana che sono stati dichiarati patrimonio mondiale dell’Umanità, tra cui Piazza Duomo di Pisa.

«È un’occasione importante – ha detto in apertura l’assessore al turismo Paolo Pesciatini – per confrontarsi, scambiare buone pratiche, approfondire le conoscenze, ed interrogarsi sul valore e il significato di Patrimonio mondiale Unesco, sul perché un sito sia degno di una classificazione così speciale. Conoscere quali siano le motivazioni con cui l’Unesco abbia deciso di inserire un determinato luogo o monumento nella propria lista riserva, infatti, mirabili sorprese. Queste motivazioni devono essere amplificate per far sentire il privilegio e la responsabilità di trovarsi, appunto, a vivere o semplicemente visitare un luogo “patrimonio dell’Umanità».

«Di fronte a queste parole, “Patrimonio dell’Umanità”, i temi che si aprono sono innumerevoli e vanno dalla massima accessibilità per tutti, nel senso che i percorsi, tenendo conto delle singole caratteristiche, siano aperti a chiunque in particolare alle persone disabili, alla sostenibilità, alla necessità di contatto e condivisione della bellezza tra residenti e turisti. In questo quadro, dunque, il lavoro di oggi è una ottima opportunità di formazione e crescita per quanti sono chiamati a occuparsi di questi valori di cui dobbiamo prenderci cura e che vanno trasmessi alle generazioni future».

By