Siulp Pisa a Questura e Prefetto: “Lo spostamento della Questura nell’ex Palazzo della provincia non risolve il problema sicurezza”

PISA – Riceviamo e pubblichiamo una lettera del Siulp Pisa inviata a Questura e Prefetto.

“Dr.ssa PAGLIUCA Dr. FRANCINI, da mesi leggiamo, a più riprese, le dichiarazioni di qualcuno che suggerisce (o forse ha già deciso) il trasferimento della Questura presso il Palazzo della ex Provincia, quale soluzione per risolvere le criticità della sicurezza e della legalità della città di Pisa e soprattutto del benessere dei Poliziotti.

Come abbiamo avuto modo di dire, in diverse circostanze, per il SIULP-PISA, così come per la maggioranza delle sigle sindacali, tranne una e di appartenenza politica all’attuale classe dirigente che governa la città, tale trasferimento non rappresenta affatto la soluzione alle vere problematiche della sicurezza di Pisa, anzi appare un modo per tamponare le annose criticità che assillano la zona stazione e sulle cui responsabilità bisognerebbe riflettere in modo serio e non in vista della nuova campagna elettorale, e per di più, tale trasferimento non rappresenta nemmeno la soluzione alle problematiche che assillano gli operatori della Polizia di Stato e il personale appartenente al ruolo civile del Ministero dell’Interno.

In questi giorni abbiamo appreso finanche di un viaggio al Viminale da parte del sindaco Filippeschi e di altri soggetti che oltre a discutere di alcuni aspetti legati alla sicurezza, come il rinforzo degli organici o l’attenzione su alcuni aspetti normativi, dal SIULP-PISA condivisi, si è, ancora una volta, insistito sul tanto voluto trasferimento della Questura.

Considerato quanto sopra ci viene legittimo chiederci:”ma tale trasferimento cui prodest”?

Ebbene, tutte le sigle sindacali della Polizia di Stato (tranne una), con in testa il SIULP-PISA, hanno inviato alla stampa locale una nota con la quale, in rappresentanza della quasi totalità del personale, hanno espresso, in primis, tutto il proprio dissenso sul volere politico del trasferimento della Questura ribadendo che dallo stesso non deriverebbe alcun beneficio né in termini di sicurezza reale tanto meno del benessere del personale che opera per garantire, ogni giorno, la sicurezza di tutti i cittadini, riproponendo poi una più fattibile, più sicura e meno onerosa soluzione per zittire anche chi da tempo si è fatto promotore di tale trasferimento, forse per una maggiore visibilità in funzione della imminente campagna elettorale amministrativa.
Il SIULP-PISA come tutte le altre OO.SS. firmatarie di quella nota hanno espresso anche la loro disapprovazione di fronte ad affermazioni che, se vere, richiedono una Vostra precisazione e chiarimento e ci riferiamo a- “il sindaco riporterà al Ministro dell’Interno ed al Capo della Polizia gli esiti dell’incontro ed informerà Prefetto e Questore di quanto discusso e deciso”.-
Dottoressa PAGLIUCA, Dottor FRANCINI, se ciò dovesse risultare vero, senza giri di parole le vostre figure sarebbero confinate e ridimensionate a ruoli marginali in un tema come la sicurezza ed il trasferimento della Questura, pertanto vi chiediamo a nome dei poliziotti che rappresentiamo di non farvi soffocare dalla voce della politica”.

By