Smith, Buselli a Rossi: “Qui nessuno fa il furbo”

VOLTERRA – “Mai ho detto che la Regione abbia “smesso di interessarsi al caso dei lavoratori della Smith Bits”, casomai il contrario». Così il sindaco di Volterra Marco Buseli replica alle dichiarazioni del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi.

«Il presidente può stare tranquillo, forse è stato solo informato male. Qua sul territorio nessuno di noi “fa il furbo”, ma stiamo invece lavorando, ogni giorno, come i suoi collaboratori sanno bene, fianco a fianco con la Regione, con tutti i sindaci, con gli enti e le Istituzioni della zona, dalla Banca di Volterra alla Diocesi, in funzione degli stessi comuni obiettivi». «Peraltro – aggiunge il primo cittadino -, dopo la seconda riconferma, non ho bisogno di “qualche voto”, né mi interessa inventarmi inutili “giochi demagogici”, ma è invece mio dovere di sindaco di questa comunità, ricordare alle Istituzioni sovraordinate quelle che sono le emergenze e le priorità, fino a che le stesse non siano state risolte. Viabilità, lavoro, sanità, sono temi che questo territorio aspetta di affrontare e risolvere, come la questione Solvay, da anni, per cui è logico che si torni a parlare in modo ricorrente di queste situazioni. Tra l’altro, nel lungo colloquio di mercoledì con il nuovo assessore all’ambiente regionale Fratoni, molte di queste tematiche, che potranno far parte di un Accordo di programma per la Val di Cecina, sono state ampiamente trattate, a dimostrazione che a noi interessa solo e soltanto costruire, mai scontrarsi a vuoto per il gusto di farlo».

By