Sociale, aumenta il contributo relativo al “Bonus mamma e bebè”: da 1000 ad oltre 1500 euro a famiglia

PISA – Da 1000 a 1547 euro a famiglia. La Giunta ha deciso di aumentare il contributo concesso dal Comune di Pisa relativo al “Bonus mamma e bebè”, a sostegno dei nuclei familiari che hanno avuto un figlio nel 2020.

A dicembre scorso – spiega l’assessore al sociale e presidente della Sds pisana Gianna Gambaccini – l’Amministrazione aveva messo in campo due provvedimenti, in aggiunta a quelli già adottati precedentemente, per sostenere le famiglie più vulnerabili residenti nel territorio comunale, in un anno contrassegnato dalla crisi economica e sociale dovuta alla pandemia. Uno di questi era il “Bonus utenze”, l’altro il “Bonus mamma e bebè” che prevedeva per le famiglie pisane un contributo economico una tantum del valore di 1000 euro spendibile presso le Farmacie Comunali per acquistare beni di prima necessità per i nuovi nati nel 2020 e per i loro genitori“.

Su quest’ultima misura il Comune aveva investito 130 mila euro. Per richiedere l’agevolazione c’era tempo fino al 15 febbraio scorso ed era necessario possedere una serie di requisiti indicati nel bando, tra cui essere residenti a Pisa da almeno cinque anni ed avere un Isee ordinario in corso di validità pari o inferiore a 17mila euro.

Alla scadenza del bando – prosegue l’assessore – sono pervenute 84 domande per un importo complessivo da distribuire di 84 mila euro, una cifra inferiore ai 130 mila euro messi a disposizione dall’amministrazione. Abbiamo così deciso, anche alla luce delle difficoltà legate all’emergenza pandemica, di redistribuire i 46 mila euro restanti innalzando la misura del contributo da 1.000 a 1.547 euro a famiglia. Questo per fare in modo che il Bonus possa offrire un sostegno ancora maggiore alle famiglie assegnatarie e rispondere in maniera più incisiva alle loro esigenze economiche. Inoltre stiamo predisponendo un analogo finanziamento anche per il Bonus mamma e bebè dell’anno 2021, a conferma che l’attenzione della nostra Amministrazione verso le famiglie prosegue e si rinnova ogni anno“.

La graduatoria relativa ai beneficiari del contributo verrà pubblicata sul sito istituzionale della Società della Salute della zona pisana

By