Sonia Avolio, la polemica con Rossi e il sostegno di Fratelli d’Italia

PISA – “È bene che provi”. Ecco il commento dell’assessore cascinese Sonia Avolio in quota a Fratelli d’Italia in Consiglio Comunale a Cascina dopo il furto subito dal padre del Governatore Enrico Rossi.

Liberi e Uguali di Cascina ha chiesto subito le dimissioni della Avolio perché a suo dire “non è adeguata al ruolo che ricopre”.

“Sostegno a Sonia Avolio. Basta ipocrisie e strumentalizzazioni – affermano dal coordinamento di Fratelli d’Italia – Un atteggiamento ipocrita, banale e tipicamente fariseo. Non troviamo altre parole per definire il risveglio dal letargo di Liberi e Uguali che “condanna” Avolio ma nulla ha detto quando un consigliere comunale del PD di Prato augurò la morte a chi gli aveva rubato in casa. In quel caso si trattava di “compagni che sbagliano”. Il Coordinamento provinciale di Fratelli d’Italia ribadisce il proprio sostegno a Sonia Avolio. È ovvio che non auguriamo il male a nessuno: Avolio ha voluto mettere il dito in una piaga drammatica dei furti in casa che la sinistra di Rossi ha sempre sottovalutato per la loro distorta visione di accoglienza senza regole. Tutela della proprietà e legittima difesa vanno di pari passo. Per questo speriamo che sia garantita maggior sicurezza alle vittime e certezza della pena ai delinquenti. Leu stia tranquilla. Non ci metterà il bavaglio e noi continueremo a sostenere Avolio come Assessore”.

Nei giorni scorsi era intervenuta anche la Sindaca di Cascina Susanna Ceccardi: “Non mi sembra un episodio da dimissioni. Non esageriamo”. La Ceccardi ammette però: “Non è stata una battuta felice”.

By