Sono iniziati i licenziamenti alla Fondazione Sipario Toscana “ Città del Teatro” di Cascina. Il Comunicato congiunto dei sindacati

PISA – Il CdA ha rotto gli indugi e ha deciso di partire con i licenziamenti interronpendo, così, ogni possibile trattativa per evitare i licenziamenti e salvare il futuro del teatro.

image

Il Presidente Michelangelo Betti continua a dire cose non vere relative alla delibera del Consiglio Comunale del 23/12/14, la delibera votata dalla maggioranza del Consiglio Comunale, presentava due piani di risanamento: uno con il contributo di € 90 mila e uno senza. Il CdA non ha mai voluto affrontare un discussione sul risanamento senza il contributo di € 90 mila derivato solo ed esclusivamente dal taglio del personale.

Ancora una volta i piani di risanamento avvengono attraverso i licenziamenti dei lavoratori; con insistenza abbiamo chiesto più volte i bilanci e l’apertura di un tavolo tecnico per elaborare un piano di risanamento che non passasse attraverso i licenziamenti ma arrivasse ad un risparmio attraverso: la riqualificazione del personale,la revisione della spesa, la sospensione di alcune indennità.

Come organizzazioni sindacali riteniamo grave e inappropriato che improvvisamente il Presidente comunichi a mezzo stampa nomi e retribuzioni solo di alcuni lavoratori. Da questa considerazione ci sorge una domanda: come mai non si parla dei compensi del direttore amministrativo e, è vero che gli verrà aumentato di 1/3 lo stipendio? Riteniamo oltremodo deleterio per l’andamento di questa complessa vicenda che nelle ultime due settimane siano circolate notizie fuori e dentro la Fondazione che hanno destabilizzato un percorso avviato dalle OO SS. Ci domandiamo a chi giova tutto questo?

In fine ricordiamo al Sindaco di Cascina Alessio Antonelli l’impegno preso di fronte ai lavoratori poco prima del Consiglio Comunale del 19 dicembre scorso. Voleva forse illudere i lavoratori e fargli passare un tranquillo Natale? Ribadiamo la nostra più totale contrarietà ai licenziamenti e attiveremo tutti i percorsi necessari per farli ritirare a cominciare dallo sciopero già indetto per Lunedì 9 Febbraio.

Silvia Cosci
FISTel CISL

Stefano Del Punta
SLC CGIL

Federico Giusti
Confederazione Cobas

You may also like

By