Sovraffollamento al Pronto Soccorso, tempi di attesa più lunghi, ma prestazioni garantite

PISA – Sono giornate di iper-afflusso al Pronto Soccorso dell’ospedale di Cisanello che sta registrando una media di 275 ingressi al giorno, con punte di oltre 300, in un periodo lungo di festività che non è ancora terminato. Sono aumentati anche i codici ad alta gravità ma la stragrande maggioranza è composta da pazienti anziani cronici con problematiche non urgenti.

Questo sovraffollamento si ripercuote sui tempi di attesa, che si allungano inevitabilmente per i codici a bassa priorità dovendo garantire innanzitutto il trattamento sanitario in emergenza-urgenza. Nonostante questi numeri record le prestazioni assistenziali vengono comunque garantite, così come i ricoveri, in un ciclo continuo sulle 24 ore.

E’ importante quindi smentire alcune affermazioni circolate in queste ore sui canali social relativamente agli aspetti del comfort alberghiero – anche se possono essere dettati dal comprensibile sconforto che sempre accompagna i problemi di salute – dal momento che tutto ciò che è necessario alla cura viene garantito dal personale medico, infermieristico e di supporto. Un ringraziamento va quindi a tutti gli operatori sanitari per lo sforzo con cui stanno affrontando queste giornate problematiche in previsione delle quali tutti gli ospedali, in accordo con la Regione Toscana, hanno predisposto piani straordinari di intervento con misure che stanno assicurando la sostenibilità di queste situazioni

By