“Sovranità” interviene sulle dichiarazioni dal neo sindaco di Cascina Susanna Ceccardi

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa dell’Associazione Sovranità circa le dichiarazioni dal neo sindaco di Cascina Susanna Ceccardi inerenti al 72° anniversario della “liberazione” di Pisa.

PISA – Sovranità ritiene giusto intervenire sulle dichiarazioni dal neo sindaco di Cascina Susanna Ceccardi inerenti al 72° anniversario della “liberazione” di Pisa.

“Solo quattro giorni fa ricorreva l’anniversario del bombardamento americano che provocò immani sofferenze alla nostra Città in termini di distruzioni e le vite umane spezzate furono oltre 2.000. – afferma la nota – Su questo la Ceccardi non ha speso una singola parola, troppo impegnata evidentemente a cercare legittimità da parte dei poteri forti e delle istituzioni di sinistra, cosa che trova riscontro anche negli ossequi rivolti all’Anpi, istituzione che non perde mai occasione di cercare di delegittimare posizioni politiche differenti e che contribuisce tramite la manovalanza dei centri sociali ad aggressioni in tutta Italia (spesso a danni anche della stessa Lega Nord).”
“C’è una fazione in Italia che ha sempre voluto impedire qualsiasi vera memoria storica per preservare interessi e posizioni di potere imponendo ricatti morali inaccettabili. Prendiamo quindi completamente le distanze da questo delirio storico che vorrebbe indicare gli americani come portatori di libertà e di un modello virtuoso per la nostra Nazione, dato che le politiche di sottomissione alla visione economica liberista degli USA hanno portato l’Italia a perdere completamente la sua Sovranità nazionale, per la quale ci battiamo ogni giorno. Inizialmente la Lega con Salvini ha finto di portare avanti istanze sovraniste e identitarie ma poi altro non ha fatto che ripuntare a quel modello di alleanze ed istanze che ha contribuito allo sfacelo della nostra Nazione e delle nostre Città “– conclude la nota.

Ufficio Stampa Sovranità – Pisa

By