Spara all’amico per un debito. Arrestato dalla Polizia in pieno centro

PISA – Un caso di tentato omicidio a Pisa. Un 22enne di origine calabrese residente nell’hinterland pisano ha provato a uccidere a colpi di arma da fuoco un coetaneo e si trova ora nle carcere Don Bosco df Pisa.

Il tutto per una questione di debiti forse non ancora risolta e un immotivato regolamento di conti tra amici. La vicenda si è verificata in un appartamento del centro cittadino. La vittima si trovava a cena con alcuni amici quando questi si è presentato sotto il condominio molto probabilmente con l’intento di cercare la sua vittima.

I giovani, a conoscenza dei trascorsi attriti tra i due, hanno incontrato l’aggressore nell’androne del palazzo per impedirgli di venire in contatto con l’amico. I due ragazzi si sono intrattenuti a parlare con il giovane aggressore, quando a un certo punto la vittima, preoccupata di non vederli tornare si è decisa a uscire dall’appartamento per cercarli.

Alla vista della vittima l’aggressore immediatamente ha estratto dalla cintura una pistola, e dopo averla puntata contro l’ex amico ha esploso un colpo al suo indirizzo per poi darsi immediatamente alla fuga. Alla vista della pistola, il giovane ha iniziato a correre sulle scale riuscendo a schivare la pallottola, i cui resti sono stati poi rinvenuti e sequestrati dalla Polizia che avvisata è subito dalla persona aggredita è intervenuta prontamente

L’assurdo episodio non è da considerarsi estemporaneo. Due giorni fa, infatti, il 22enne calabrese aveva già aggredito l’amico con una bastonata sulla testa, per la quale il giovane era dovuto andare in ospedale, senza però denunciare l’accaduto. L’ingiustificata aggressione pare sia stata scatenata da una presunta quanto insensata mancanza di riconoscenza da parte della vittima per un prestito di denaro che il giovane calabrese gli aveva elargito e che pare fosse stato comunque saldato.

You may also like

By