Speciale Gioco del Ponte 2016. Mezzogiorno vince la bella e torna al successo. La cronaca, le interviste e le foto sul nostro profilo Facebook

PISAMezzogiorno torna al successo nel Gioco del Ponte e sconfigge alla bella Tramontana: 4-3 al termine di una sfida come al solito avvincente in dieci minuti e cinquanta secondi.

di Antonio Tognoli e Maurizio Ficeli

https://www.facebook.com/pisanews.net/?ref=bookmarks (Guarda le foto del Gioco di Roberto Cappello sul nostro profilo Facebook)

GLI SCONTRI SUL PONTE. Il primo combattimento del Gioco del Ponte se lo aggiudica Tramontana con il Calci, guidato dal Capitan Nello Pellinacci, che e’ riuscito, dopo ben 9 minuti, a sconfiggere i Delfini di Capitan Falugi. Nel secondo incontro i Dragoni battono Santa Maria in 11 minuti e 29 secondi e riportano le sorti del Gioco sull’1-1. Nel terzo scontro il Sant’Antonio batte in 6 minuti e 16 secondi i Mattaccini e porta in vantaggio la parte di Mezzogiorno che cala il tris nel terzo combattimento con la vittoria in 2 minuti e 37 secondi di San Martino sui Satiri: 3-1 e Gioco in salita per Tramontana. Sul ponte per la quarta sfida San Francesco batte i Leoni e riporta sotto Tramontana. Sul Ponte per l’ultima sfida il San Michele di Capitan Biagi riporta in parità il gioco sconfiggendo San Marco in una sfida molto emozionante    terminata dopo 21 minuti e sei secondi: 3-3 e come lo scorso anno si va alla bella con le due nazionali.

LE DICHIARAZIONI DOPO LA BATTAGLIA SUL PONTE. La vittoria è stata dedicata ad Andrea Frassi, che non sta passando un bel periodo e poi alla Certosa di Calci che festeggia 650 anni dalla fondazione. Inoltre i calcesani hanno simpaticamente rinfacciato, con uno striscione, uno sfottò subito dai Delfini lo scorso anno,scrivendo :”O Inzuppatele ora le macine nel caffellatte”. Ma sentiamo le dichiarazioni a caldo di Capitan Nello Pellinacci: “Bene aver vinto subito, perchè perdere questo combattimento iniziale, forse poteva pregiudicare la vittoria della parte, mentre ora secondo me, possiamo vincere connubio 4 a 2 senza dover ricorrere alla “bella”. Anche se i Delfini sono forti, del resto il combattimento è durato ben 9 minuti, ma la mia squadra è ben allenata, con il supporto di una brava preparatrice atletica, complimenti a Lei ed a tutti i miei uomini”. Nel secondo combattimento la parte di Mezzogiorno riporta il risultato in parità e questo grazie ai Dragoni di Capitan Paolo Vaghetti, che, a tal proposito, dichiara : “Il combattimento per noi è decollato alla grande perché avevo fiducia nei miei uomini, in quanto li ho seguiti tutto l’anno allenandoli con passione, facendo tirare loro fuori il sangue. Abbiamo aspettato che Santa Maria avesse esaurito le forze e ne abbiamo approfittato, avendo la meglio”. A margine del l’importante successo di Sant’Antonio che ha sconfitto i Mattaccini, ecco le parole del Capitano del Sant’Antonio, Franco Ceccanti : “Una vittoria importante, del resto si lavora un anno intero per raggiungere certi successi, per questo ringrazio i miei ragazzi e faccio anche i complimenti ai Mattaccini, con l’auspicio che questo vantaggio sia di buon auspicio per far vincere Mezzogiorno”. Davide Rossi, capitano del San Martino e’ raggiante a fine gara, ma malgrado la vittoria dei suoi, prevede che la vittoria di una delle due parti sarà decisa dalla bella e spiega perché : “Sono soddisfatto perché abbiamo portato sul 3 a 1 il risultato a vantaggio della nostra parte però i giochi non sono ancora chiusi, perchè, di là, Tramontata, ha la possibilità di schierare due corazzate come San Francesco e San Michele, che potrebbero essere determinanti, quindi non è campata in aria la possibilità della bella”. Dopo la vittoria del suo San Francesco contro i Leoni, Antonio Pucciarelli, la cui squadra, in 3 minuti e 50 secondi ha sbaragliato i Leoni di Nico Palla : “Era tanto che aspettavo una vittoria come questa, in quanto ottenuta con una squadra che,sulla carta, era meno forte di quella dello scorso anno. Ed ora dobbiamo puntare sulla “bella”. Di soddisfazione le parole di capitan Bob Biagi dopo il successo contro San Marco: “I ragazzi si sono resi protagonisti di un successo veramente importante che ci ha consentito ancora una volta di andare alla bella”. Biagi e’ stato anche il capitano per la parte di Tramontana nella bella. Il capitano ammette: “Mezzogiorno è stato più bravo di noi, ha interpretato meglio la sfida. Nella bella 14 uomini di S. Michele sono tornati sul ponte subito dopo l’estenuante sfida con S. Marco. Dispiace per la sconfitta, ma non si può sempre vincere”.

I BUONI AUSPICI DI FILIPPESCHI ED ELIGI. Oltre trentamila persone hanno affollato i Lungarni per l’edizione 2016 del Gioco del Ponte. Molto soddisfatto il Sindaco Marco Filippeschi: “Una manifestazione storica, importante e rappresentativa dei quartieri della nostra città, con le squadre del gioco formate da grandi atleti, che si allenano per tutto l’anno. Inoltre è bella la coreografia di pubblico presente, oltre alla forza che gli atleti mettono nella battaglia”. Filippeschi conclude con un pensiero :”La scelta di disputare il Gioco in notturna è stata una decisione giusta. Siamo al culmine della capienza sia nelle tribune, sia come gente affacciata alle finestre dei palazzi”. Dal sindaco Filippeschi passiamo all’assessore alle manifestazioni storiche Federico Eligi che così esordisce: “C’e un po di emozione e di trepidazione per questo gioco, in quanto è una manifestazione complessa da monitorare continuamente. Il corteo poi, è imponente, quasi 800 figuranti, non so se altre manifestazioni storiche possono vantare un numero simile di figuranti, poi c’è una cornice di pubblico importante, siamo contenti dei risultati raggiunti fino ad ora oltre che della grande partecipazione di pubblico”.

By