“Spogliati nel tempo” inaugura sabato e domenica prossima con Raimo e Turso la XXIV edizione di Lilt – Nastro Rosa 2016

PISA – Sabato 8 e domenica 9 ottobre andrà in scena la prima nazionale di “Spogliati nel Tempo” nella meravigliosa location di Villa Alta di Rigoli, che aprirà la lunga serie di eventi della Campagna Nastro Rosa 2016Lilt for Women – ormai giunta alla sua XXIV edizione.

Grazie alla sensibilità dell’attore Renato Raimo e alla collaborazione di partner altrettanto sensibili come la famiglia Cecchetti, proprietaria di Villa Alta che in quei giorni si aprirà in tutta la sua bellezza, e la gentile partecipazione della Fondazione Cerratelli, l’importante messaggio della campagna della prevenzione sarà inserita in un contesto di teatro e convivialità. La LILT ha sposato volentieri l’idea di Renato Raimo, quella cioè di riportare il teatro nelle ville, utilizzando spazi e location particolari incontrando il pubblico in un contesto più intimo.

Un’esperienza già riproposta da Raimo e con notevole successo, a dir poco unica, tra arte, cultura, location storiche e gusti del territorio e cosa più importante: solidarietà. Il ricavato infatti sarà devoluto ai progetti LILT e trasformato in visite gratuite per la campagna di prevenzione per la lotta contro il tumore al seno.

“Occorre aprire sempre di più l’animo e lo spirito per recepire al meglio l’importanza di certi messaggi vitali come quello lanciato dalla coraggiosa campagna Nastro Rosa”, afferma Renato Raimo a SestaPorta/PisaNews – E perché non farlo in un clima intimo e conviviale , immersi nell’arte e la storia del territorio. Mettersi in sintonia, ascoltare, capire, per poi poter diffondere il messaggio ricevuto in maniera più forte e virale. A condividere questa esperienza con Raimo è Isabella Turso, pianista e compositrice di grande successo ed esperienza, nativa di Trento, alla quale abbiamo chiesto come nasce l’incontro artistico con Renato Raimo: “SPOGLIATi nel TEMPO è uno spettacolo nato da un’intuizione mia e di Renato, che poi è diventata un’idea e quindi ha preso pian piano forma. Incuriositi e divertiti per primi, abbiamo congiunto la propria competenza e sensibilità artistica per realizzare uno spettacolo letterario musicale in cui l’amore viene raccontato attraverso le lettere dei grandi personaggi del passato, in una dimensione onirica dove sogno, fantasia e realtà talvolta si confondono. Nello sviluppo della pièce, Renato ed il suo affascinante viaggio di parole e stati d’animo intrisi di inchiostro rosso passione, rivelano profondità e leggerezze dell’universale quanto nascosto epistolario d’Amore. Io, con il mio pianoforte, definiamo, sottolineiamo, tratteggiamo l’atmosfera intima e seducente dello spettacolo, in un caleidoscopio di musiche dei grandi classici del passato e di brani originali da me composti ed interpretati.

imageIsabella Turso, brillante pianista e compositrice, ha realizzato ed ideato diversi progetti articolati che mirano ad avvicinare e far dialogare tra loro generi e linguaggi artistici diversi, senza limitazioni di stili e tendenze, coinvolgendo attori come Arnoldo Foà, David Riondino, Paolo Valerio. La sua innata curiosità e voglia di sperimentare l’hanno portata ad orientarsi verso un repertorio meno tradizionale, mettendo in campo diverse competenze, sempre con la precisa intenzione di mettersi in gioco e di creare nuovi ed originali format. In Renato Raimo ha trovato sensibilità e complicità artistica che hanno reso possibile la realizzazione di questo nuovo intrigante spettacolo di teatro musicale. “Con il mio pianoforte cercherò di sottolineare, amplificare l’atmosfera intima e seducente dello spettacolo, in un caleidoscopio di musiche dei grandi classici del passato e di brani originali da me composti ed interpretati”. Isabella Turso, brillante pianista e compositrice, ha realizzato ed ideato diversi progetti articolati che mirano ad avvicinare e far dialogare tra loro generi e linguaggi artistici diversi, senza limitazioni di stili e tendenze, coinvolgendo attori come Arnoldo Foà, David Riondino, Paolo Valerio. La sua innata curiosità e voglia di sperimentare l’hanno portata ad orientarsi verso un repertorio meno tradizionale, mettendo in campo diverse competenze, sempre con la precisa intenzione di mettersi in gioco e di creare nuovi ed originali format.

In Renato Raimo ha trovato una sensibilità e complicità artistica che hanno reso possibile la realizzazione di questo nuovo intrigante spettacolo di teatro musicale. Renato Raimo con questa ulteriore performance conferma la sua attenzione per il territorio e continua nel suo percorso artistico affrontando sempre temi di profonda riflessione e in modo originale, riuscendo a trascinare ed emozionare il suo pubblico, come ha fatto nella scorsa stagione teatrale con il suo “Silenzi di Guerra”. Al centro sempre l’amore, questa volta in vesti particolari.

Ma oltre al teatro per Raimo una stagione che si apre con una doppia uscita nelle sale cinematografiche. L’ultimo lavoro in particolare, girato lo scorso settembre, lo vede tra i protagonisti al fianco di Elena Sofia Ricci e Massimo Poggio del film di Irish Braschi, “L’amore rubato” tratto dal libro di Dacia Maraini che affronta un altro tema delicato, la lotta contro la violenza sulle donne in uscita a novembre.

Tornando allo spettacolo di sabato 8 e domenica 9 ottobre l’adesione e del valore di 50 euro, da versare per ritirare l’ingresso presso la sede LILT in via ABBA 3 a Pisa. Per info potete chiamare tutti i giorni al 347 2822438. Questo il programma: lascerete l’auto al parcheggio di Villa Alta a Rigoli e una navetta vi porterà alla Villa. Aperitivo d’accoglienza previsto per le ore 20.00, a seguire lo spettacolo e quindi la cena con l’esperienza di Aurora Catering. Tutto il ricavato andrà a sostegno dei progetti LILT per la campagna NASTRO ROSA 2016.

By