Sport gratis per bambini in situazioni di disagio grazie a Coni ed Sds

PISA – Anche i bambini e i ragazzi che vivono situazioni di disagio economico e sociale avranno la possibilità di praticare un’attività sportiva grazie al progetto “CONI Ragazzi, Alleniamoli a crescere bene”. Nato dalla collaborazione tra Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero della Salute e CONI, il programma prevede la possibilità di allenarsi due ore a settimana gratuitamente in sei associazioni o società dilettantistiche pisane.

Il programma è rivolto a bambini e ragazzi dai 5 ai 13 anni ed è diversificato in due fasce d’età: attività motoria di base per i bambini dai 5 agli 8 anni; attività polivalente, pre-sportiva o sportiva nella fascia 9-13 anni. Tra gli sport che sarà possibile praticare a Pisa pallavolo, basket, triathlon, judo e golf. Il servizio prevede anche la copertura assicurativa per infortuni e la presenza di un operatore di sostegno a fianco del tecnico sportivo per i bambini disabili.

Al progetto potranno partecipare i nati tra il 2003 e il 2011, domiciliati o residenti nel comune di Pisa. La selezione delle domande avverrà sulla base della dichiarazione Isee, privilegiando le fasce di reddito più basse ed i nuclei familiari con un numero maggiore di componenti. Ai bambini/ragazzi segnalati dai servizi sociali degli enti locali o provenienti dalle zone terremotate non verrà richiesto il certificato Isee e sarà assegnato il massimo del punteggio. Non è richiesto, come requisito di accesso, il possesso della cittadinanza italiana.

Le iscrizioni saranno aperte fino al 20 gennaio 2017 e si potranno effettuare accedendo al sito www.coniragazzi.it oppure consegnando il modulo cartaceo, debitamente compilato e firmato, alla società sportiva selezionata o presso la sede più vicina del CONI territoriale.

Sei le associazioni e società pisane ammesse al progetto: Polisportiva Phisio Sport Lab (dove sarà possibile praticare triathlon e attività motoria), Golf Club Tirrenia (golf), Sport Pisa I.E.S. (attività motoria), Dream Volley Pisa (pallavolo e attività motoria), Pallavolo Ospedalieri (pallavolo), Judo Mithos Pisa (judo).

Il progetto prevede anche una campagna informativa sui corretti stili di vita e sulla promozione dell’integrazione attraverso lo sport, che coinvolgerà le società sportive, i ragazzi partecipanti all’iniziativa e le loro famiglie.

“Questa iniziativa conferma un’attenzione nuova del Coni, – ha spiegato l’Assessore regionale allo Sport Salvatore Sanzo, presidente regionale del Comitato olimpico – rimane sicuramente struttura e istituzione dedicata allo sport olimpico, quindi d’eccellenza, ma con una rinnovata attenzione allo sport di base visto come veicolo di promozione e integrazione sociale”

“Il progetto ribadisce che lo sport è un diritto di tutti, anche dei bambini meno agiati o che vivono situazioni di difficoltà sociale – ha commentato la presidente della Società della Salute della Zona Pisana Sandra Capuzzi – Diamo a questi ragazzi l’occasione di fare un attività importante per una crescita sana, ma usiamo lo sport anche per veicolare valori educativi come l’integrazione, l’inclusione sociale e la valorizzazione delle differenze. In questo senso è particolarmente significativo che per usufruire del servizio offerto non sia necessaria la cittadinanza italiana”.

Nella foto sopra da destra a sinistra Paola Gabriele (Pallavolo Ospedalieri), Alessandro Lazzeroni (Dream Volley), Giuliano Pizzanelli (delegato provinciale Coni), Marino Pratesi (Phisio Lab), Sonia De Falco (Ies Sport), gli assessori Sandra Capuzzi e Salvatore Sanzo

By