Stagione di Danza 2017/18. Ancora aperta. L’inaugurazione il 21 Dicembre con “Lo Schiaccianoci”

Pisa – C’è ancora tempo fino a martedì 31 ottobre per acquistare la campagna abbonamenti della prossima Stagione di Danza 2017/18, ideata dal direttore artistico Silvano Patacca, insieme con la Fondazione Toscana Spettacolo onlus.  Gli abbonamenti sono scontati del 50% ai giovani, alle Scuole di Danza, ai circoli e associazioni in rapporto con il Teatro di Pisa, nonchè agli Abbonati Lirica-Prosa-Concerti della Normale e Dipendenti Toscana Aeroporti.

Anche quest’anno l’inaugurazione, in prossimità del Natale (giovedì 21 dicembre), sarà affidata al Balletto del Sud con un titolo particolarmente amato da tutto il pubblico per il suo richiamo alle calde e gioiose atmosfere natalizie, Lo Schiaccianoci, in una versione, di successo, alla Tim Burton firmata da Fredy Franzutti. A seguire, sempre nelle festività, il 6 gennaio, un concerto-spettacolo multidisciplinare, destinato a più pubblici, per tre eccellenze italiane insieme sul palco- Africa Unite, Architorti, MMContemporary Dance Company, in OffLine in tempo reale, che farà della multimedialità e della diversità degli artisti coinvolti un punto di forza e di potenza.

Il 17 febbraio sarà la volta di Rossini Ouvertures, un omaggio alla figura artistica e umana del grande compositore pesarese, di cui nel 2018 ricorreranno i centocinquant’anni anni dalla morte, proposto da una delle principali espressioni della danza made in Italy, Spellbond Contemporary Ballet, per la coreografia di Mauro Astolfi. Mentre il 15 marzo ritorna Virgilio Sieni, “tra i pochissimi capaci tramite il movimento di dar vita a composizioni che parlano ancora dell’umano, delle sue debolezze e fragilità” (Goffredo Fofi) con la nuovissima creazione intorno a Petruska.

Il 7 aprile la prima nazionale del nuovo spettacolo della compagnia in residenza al Teatro di Pisa, la imPerfect Dancers Company, Empty Floor. Dopo una serie di balletti narrativi applauditi negli scorsi anni, l’ensemble torna alle origini: “il processo creativo non seguirà dunque una storia, bensì sarà guidato dalla sensazione di vuoto e di caduta” spiega il coreografo Walter Matteini.

Questi i cinque titoli in abbonamento, con prezzi che variano da 80,00 a 40,00 Euro.

Ma la Stagione offre anche, come di consueto, la giovane danza d’autore che, nella Chiesa di Sant’Andrea, sarà protagonista di due diversi appuntamenti, nell’ambito delle azioni promosse dal network Anticorpi XL, di cui il Teatro di Pisa e Fondazione Toscana Spettacolo onlus sono membri.

E per gli abbonati biglietto scontato del 50% proprio per questi due spettacoli.

Completano il programma una serie di incontri/conversazioni con i coreografie e interpreti, a fine spettacolo, a cura di Silvia Poletti, giornalista, critico e docente di Storia della Danza; e l’iniziativa LIBRO: CHE SPETTACOLO!, XI edizione, promossa dall’Agis nazionale.

Per informazioni: Fondazione Teatro di Pisa, tel 050 941111, www.teatrodipisa.pi.it.

By