Stefano Gori si confessa al Corriere dello Sport: “Mi manca il calore dell’Arena”

PISA _ Il portierone nerazzurro Stefano Gori, bresciano doc si confessa in un intervista esclusiva rilasciata al “Corriere dello Sport – Stadio” rilasciata al giornalista Aldo Gaggini.

di Maurizio Ficeli



L’ estremo difensore lombardo parla di come vive il momento attuale: “È dura, mancano troppe cose, perché poi per un calciatore il campo è tutto così come l’affetto dei tifosi ed il calore che ti circonda in città. Ora con le strade vuote si percepisce un senso di tristezza. In una città d’arte come Pisa la piazza dei Miracoli senza turisti fa uno strano effetto. Ma appena questo blocco sarà finito il primo posto dove andrò sarà l’Arena che mi manca tanto“.

Sulla eventuale ripresa del campionato: “Non credo che ci siano calciatori che non vogliono tornare a giocare, anche se tutto dovrà avvenire rispettando le norme sanitarie Purtroppo dovremo giocare a porte chiuse ma è sempre meglio che stare fermi. Inoltre sarà necessario un periodo di preparazione fisica perché la sosta è stata lunga. È vero che ognuno di noi ha seguito un programma fisico ma non basta“.

Sull’interesse di alcune società della massima serie Gori afferma: “Sicuramente fa piacere l’interesse di società importanti di serie A che mi avevano cercato anche lo scorso anno, ma in accordo con il mio procuratore decisi di rimanere a Pisa per crescere“.

Il portiere bresciano conclude con un elogio alla piazza di Pisa ed il gruppo squadra: “Pisa è una grande piazza con un pubblico appassionato come pochi, poi il gruppo squadra è eccezionale e questi sono aspetti che hanno dato convinzione alla mia scelta. Ora il mio pensiero è quello di finire bene questo campionato“.

By