Stefano Vecchi: “La vittoria di oggi è merito anche dei miei predecessori”

PISA – Sette vittorie su sette incontri. i numeri parlano chiaro. L’Inter ha strameritato il successo della 67esima edizione della Viareggio Cup, forse la più criticata, ma il merito di questo successo va equamente diviso come dice a fine gara il tecnico nerazzurro Stefano Vecchi.

“Il successo di questa Viareggio Cup nasce da tutti gli allenatori che hanno lavorato prima di me. Ragazzi splendidamente allenati che hanno saputo mettersi in evidenza e che sono pronti a fare il grande salto di categoria come hanno già fatto Bonazzoli e Puscas”.

image

Vecchi parla dell’importantanza di questa manifestazione: “Il nostro obiettivo era vincere e l’abbiamo fatto. Sappiamo che c’è grande attenzione verso di noi da parte della società e questo ci invoglia a lavorare tanto e meglio di giorno in giorno. Con Mancini che oggi con Ausilio sapevamo che veniva a sostenerci siamo in contatto ogni giorno. A fine gara abbiamo ricevuto la telefonata del presidente Moratti che ci ha fatto i complimenti. Insomma, la società ci sta molto vicina e questo è un elemento molto importante”.

Il mister nerazzurro torna sul torneo: “Di solito per vincere un torneo ci vogliono bravura e fortuna, no abbiamo messo più che altro bravura in questa edizione. Sette vittorie su sette incontri non arrivano per caso. Abbiamo sofferto solo con il Genk che è una buona squadra poi abbiamo vinto molto bene in tutte le altre gare senza mai soffrire e anche oggi abbiamo meritato il successo”.

By