Stop alle barriere architettoniche: in partenza 14 cantieri sui lungarni Gambacorti e Pacinotti

PISA – In partenza martedì 12 marzo i lavori di abbattimento delle barriere architettoniche sui Lungarni Gambacorti e Pacinotti.

Si tratta di 14 micro-cantieri per realizzare in ogni punto, rampe di collegamento tra percorso del marciapiede e piano viabile, su entrambi i lati dei due lungarni, così da dar vita ad un anello funzionale in lungarno Gambacorti e lungarno Pacinotti.

“Sono particolarmente soddisfatto – dichiara l’assessore ai lavori pubblici Raffele Latrofa – della partenza di questi lavori, pienamente in linea con la nostra sensibilità nei riguardi delle persone disabili, che da tempo avevano segnalato un problema di accessibilità ai marciapiedi dei Lungarni. La novità che intendo introdurre è una sorta di collaudo finale delle opere, con il coinvolgimento delle associazioni e in primis del Garante dei disabili, con cui intendiamo continuare a collaborare per rendere Pisa una città sempre più accessibili a tutti”.

Gli interventi, che termineranno a fine agosto, fanno parte del secondo lotto di lavori del progetto “Una città per tutti”, che mira a favorire concretamente la mobilità in piena autonomia delle persone con disabilità sia motorie che sensoriali. L’investimento complessivo del progetto ammonta a 160 mila euro, finanziati per 71 mila euro dalla Regione Toscana e per 89 mila dal Comune di Pisa. Si parte con la realizzazione di rampe di accesso marciapiedi all’altezza del Ponte Solferino. A seguire, tra gli altri interventi, saranno realizzate le rampe su lungarno Pacinotti all’altezza di via Santa Maria, piazza Carrara e Palazzo alla Giornata; su lungarno Gambacorti all’altezza di via Toselli, via delle Belle Donne, via Mazzini, vicolo delle Conce e Ponte Solferino.

Per permettere lo svolgimento dei lavori, che avverranno in distinti momenti, saranno adottati i seguenti provvedimenti temporanei di viabilità con lavori in stato di avanzamento: su lungarno Gambacorti e lungarno Pacinotti, restringimenti di carreggiata e divieto di transito pedonale sul marciapiede, localizzati nell’aree di intervento, e deviazione della pista ciclabile (per i cantieri previsti sul Gambacorti).

By